Lessini
Ponte di Veja - Lessini

Lessinia - Monti Lessini - Montagna Veronese

Lessinia, monti Lessini, montagna Veronese

Comunemente con Lessinia s'intende la fascia montuosa a nord di Verona che si estende tra la Val d'Adige, la Valle di Ronchi (Vallarsa, Trentino), il gruppo delle Piccole Dolomiti-Pasubio, la Valle dell'Agno-Chiampo e l'alta pianura veronese, dove diverse dorsali collinari si staccano dall'altopiano centrale per immergersi nei depositi alluvionali di pianura formando valli cieche quali Valpolicella, Valpantena, Val di Squaranto, Val d'Illasi, Val di Mezzane, Val d'Alpone, Valle del Chiampo, ecc.

mappa generale Lessinia e montagna veronese Più correttamente si dovrebbe parlare di montagna veronese, della quale la Lessinia vera e propria costituisce il nucleo centrale, caratterizzato da un vasto altopiano molto articolato, solcato da numerose valli a canyon (dette vajo) e con dolci cime erbose che verso nord, causa la grande faglia tettonica, precipitano nella profonda valle di Ronchi con temibili strutture rocciose.
Ancor più ristretta l'area 'Cimbra' (Tzimbar), con gli insediamenti medioevali di popolazione bavarese a formare i 'XIII comuni cimbri'.

Il 'Monte Lessino' (al singolare) indicava il territorio dedicato al pascolo nelle montagne a nord di Verona e già nel IX secolo appare citato in documenti con il termine 'Luxino'.
Le ipotesi su questo termine sono varie. Lessa dal germanico medioevale Lees (pascolo). Dal nome personale Alessio, contrada di Erbezzo. Dal termine romano lixia quindi luxare (disboscare, simile al diffuso roncare), ma significante l'azione di rendere 'liscia' la superfice con operazioni di livellamento e la pratica agricola romana del 'debbio', consistente nel bruciare la sterpaglia, per formare praterie adatte alla fienagione e al pascolo.
In ogni caso, quindi, termini che convergono nelle attuali caratteristiche di questa montagna, con grandi superfici prative e a pascolo.
Altra suggestiva ipotesi viene dall'antico termine Luxinum vale a dire "Montagna della Luce".
Comunque sia tutte le ipotesi si adattano perfettamente a questo territorio ed ognuna ne evidenza le caratteristiche.

Nel 1990 è stato istituito il Parco Naturale Regionale della Lessinia nella zona dell'altopiano centrale e delle cime di confine con il Trentino.
Difficile dare una suddivisione e classificazione dell'intera area della montagna veronese. Le attribuzioni storiche sono sfumate, la geografia è complessa e spesso non corrisponde agli ambiti d'interesse.
Comunemente, e per praticità, ci riferiamo a

mappa generale Monti Lessini Montagna Veronese - Verona, Veneto Parco Naturale Monti Lessini mappa generale Lessinia monti veronesi

Lessinia - Montagna Veronese

Verona m.60coord. N.45°26'17.7" E.10°59'38.2"
Erbezzo m.1.100coord. N.45°38'22.4" E.11°00'05.7"
Cerro Veronese m.725coord. N.45°34'27.9" E.11°02'28.9"
San Giorgio di Boscochiesanuova m.1.500coord. N.45°41'08.9" E.11°05'14.2"
Camposilvano m.1.150coord. N.45°37'36.6" E.11°05'18.2"
Velo Veronese m.1.050coord. N.45°36'14.3" E.11°05'41.9"
San Mauro Saline m.780coord. N.45°33'56.2" E.11°06'47.9"
Badia Calavena m.430coord. N.45°33'58.1" E.11°09'12.8"
Bolca m.800coord. N.45°35'37.1" E.11°12'34.8"
Crespadoro m.350coord. N.45°37'04.2" E.11°13'40.8"
Chiampo m.170coord. N.45°32'17.6" E.11°17'19.3"
Parco Lessini

Lessinia - montagna veronese

Numerosissime le tracce dell'epoca preistorica, quando il territorio era stabilmente abitato e sfruttato. Si spingono all'Uomo di Neanderthal con lo straordinario sito archeologico di Veja.
E' poi la volta, sempre in epoca preistorica ed anche pre-romana, delle vie di transito commerciali con il Tirolo ed il nord Europa, punteggiate da numerosi castellieri e opere fortificate, in particolare sul cucuzzolo degli antichi coni vulcanici (Purga, da Burg, castello) particolarmente adatti allo scopo.

Dell'impero romano e del basso medioevo non vi sono testimonianze documentali organiche, ma sono riconoscibili numerosi reperti, insediamenti, templi riciclati al cristianesimo, ecc.
I grandi avvenimenti storici si abbattono in città e nella pianura solcata dalle strade romane, dal fiorire dell'importante città romana di Verona alle vicende paleo-cristiane e bizantine all'infuriare dei barbari. La montagna veronese, come gli altipiani vicentini, era luogo di risorse boschive, caccia, pastorizia e attività collegate.

L'avvenimento che caratterizzerà in maniera determinante la conformazione sociologica, e di conseguenza anche fisica, della Lessinia vera e propria è la grande epopea medioevale dell'insediamento di popolazioni bavaresi. Non chiarissime le modalità d'insediamento di questa popolazione, in epoca molto più tarda definita 'Cimbra' (Tzimbar), che ha interessato anche l'alto vicentino (Recoaro) e gli altipiani vicentini-trentini (Luserna) e parte della Valsugana specie la Valle dei Mocheni.
Furono spostamenti non organizzati di clan familiari spinti, causa condizioni climatiche o sociali sfavorevoli, ad insediarsi nelle più favorevoli montagne affacciate a sud delle Alpi in territori poco abitati, oppure una migrazione, pilotata da trattative ed incentivi ed imbastita dai potenti dell'epoca, il Principe-Vescovo di Trento ed i signorotti delle città venete, oppure ancora si trattò di una vera e propria deportazione?

Certo è che 'il Cimbro' era ed è un 'ceppo' di popolazione dall'identità particolarmente forte, per secoli coeso dall'antica parlata bavarese, con uomini e donne abili nel duro lavoro forestale, nelle attività derivate dalla pastorizia ed anche nello sfruttamento minerario.
Una identità dalla forte autonomia amministrativa ben organizzata socialmente, con 'Regole' democratiche e di straordinaria modernità nelle quali l'impegno maggiore risiedeva nella gestione del territorio e dei beni soggetti alla comunità, quindi non privati, che si concretizzava anche con la rotazione delle gestione annuale di porzioni affidate di volta in volta ai vari clan familiari.

Politicamente, la montagna veronese, dal medioevo fu soggetta alla vivace signoria scaligera come provano documenti che risalgono al 1200, solo marginalmente interessata alle dispute con gli irrequieti vicini Ezzelini e Carraresi ed anche con i milanesi Visconti che per qualche decennio s'impossessarono di tutta la Marca Veronese e del Veneto nord-occidentale. Più tranquilla la posizione con il contado Trentino, fortissima comunità legata direttamente all'impero austro-germanico e capitanata dal Principe-Vescovo di Trento. Con il trentino, in particolare con il roveretano, s'intrattenevano intessissimi scambi commerciali e, nonostante il rosario di arcigni e minacciosi castelli, le frontiere erano molto più aperte a quanto siamo abituati nell'epoca contemporanea.

Dal 1405 la dominazione della Serenissima Repubblica caratterizzata, come per tutte le comunità locali dello Stato da Tera, di una amplissima autonomia amministrativa, chiave vincente per la pace e la ricchezza durata fino al 1796 quando tutta la regione venne sconvolta da Napoleone.
Seguono gli anni militarizzati della Repubblica Cisalpina, del Regno Lombardo-Veneto e dei Savoia, nei quali la montagna era vista come strumento difensivo con l'insediamento di numerose fortezze.

avvenimenti manifestazioni ricorrenti nei monti Lessini, montagna veronese e vicentina

avvenimentodovequandoinfo
festa del 'Capusso Roverso'Campodalbero di Crespadorofine febbraio www.comune.crespadoro.vi.it
Palio del ReciotoNegraraprile www.paliodelrecioto.org
Maggiolata - scampagnata guidata nei dintorni di GargagnagoSant'Ambrogio di ValpolicellaI maggio Consorzio Pro Loco Valpolicella
festa delle grotte di Marano con visite guidate al Covolo del Diaolo e Buso StretoMarano di Valpolicella I maggioConsorzio Pro Loco Valpolicella
festa della Repubblica di PozzoValgataro di Marano Valpolicella4 maggio
festa dei fiori e del mieleSprea di Badia Calavenametà maggio Erbecedario della Lessinia
festa Medioevale del Vino BiancoSoaveIII domenica di maggioPro Loco Soave
festa del pane (distribuzione del pane ai capifamiglia)Purano di Marano Valpolicella ultima domenica di maggio Consorzio Pro Loco Valpolicella
festa di Santa CroceCona di Sant'Anna d'Alfaedofine maggio
storie e sapori tra borghi e castelliDolcèfine maggio www.comunedolce.it
festa dell'AbbaziaBadia Calavenaprima domenica di giugno
festa dei TrombiniSan Bortolo delle Montagne - Selva di Prognoprima domenica di giugno www.itrombini.it
festa del FuocoGiazza - Selva di Prognonotte di San Giovanni (23 giugno)
festa della ciliegiaGargagnago di Sant'Ambrogio di Valpolicellaseconda domenica giugno Consorzio Pro Loco Valpolicella
festa della PaleontologiaBolcaprima domenica di luglio
festa di San Benedetto AbateChiesetta alpina presso la Spluga della Preta - Corno d'Aquilio11 luglio Consorzio Pro Loco Valpolicella
festa delle cascateMolina di Fumanemetà luglio Consorzio Pro Loco Valpolicella
ultracentenaria Fiera Agricola di Sant'AnnaSant'Anna d'Alfaedofine luglio www.sagrasantanna.verona.it
Tour del Palato tra le pietre di Prun Prun di Negrar fine luglio www.prun.info
antica festa in PodestariaBoscochiesanuovaprima domenica di agosto
festa del Reguso (secondo taglio del fieno)Breonio di Fumaneprima domenica di agostoPro Loco Breonio
festa di Santa ViolaCerro Veroneseseconda settimana di agosto
Sagra San Bartolomeo e Festa della Vacca RendenaSan Bortolo delle Montagne - Selva di Progno fine agosto
Fiera del Derlo
(cesta conica da portare a spalla, tipica della lessinia)
Selva di Progno I domenica ottobre
festa delle Erbe MedicinaliBadia CalavenaII domenica settembre Ass.ne Erbecedario della Lessinia
festa dell'UvaSoaveIII domenica settembrePro Loco Soave
festa della CarbonaraCampodalbero di CrespadoroI domenica ottobre www.comune.crespadoro.vi.it
festa del tartufoMarana di CrespadoroII domenica ottobre www.comune.crespadoro.vi.it
festa delle castagneDurlo di CrespadoroIII domenica ottobre www.comune.crespadoro.vi.it
Fiera del DerloSelva di PrognoI domenica ottobre
antica fiera del RosarioBreonio di Fumane15 ottobre Consorzio Pro Loco Valpolicella
festa dele Fa'e (fave)Sant'Ambrogio di Valpolicellaprima domenica di novembre
Festa di Santa BarbaraCampofontana - Selva di Progno4 dicembre
festa dei CorgnoiCrespadoro8 dicembre www.comune.crespadoro.vi.it
Antica Fiera Cimbra dei bogoniBadia Calavenadicembre
presepio viventeSan Rocco di Marano di Valpolicella24 e 26 dicembre Consorzio Pro Loco Valpolicella

bibliografia generale Monti Lessini - Montagna Veronese e Vicentina

titoloautoreedizione
Escursionismo Invernale - vol.IF.Carrer, L. Dalla MoraIdea Montagna - 2009
La Valpolicella - Per scoprire la provincia di VeronaP.Patelli, L.ToffalettiArsenale Editore - 2009
La Lessinia - Per scoprire la provincia di VeronaP.Patelli, L.ToffalettiArsenale Editore - 2009
Il Carega - Per scoprire la provincia di VeronaP.Patelli, L.ToffalettiArsenale Editore - 2009
La LessiniaE.TurriCierre Edizioni - 2007
Bolca. Laguna pietrificataT.Caltran2000
10 itinerari in LessiniaR. Chiej GamacchioLa libreria di Demetra
I fossili di BolcaM.Frigo, C.Sorbini1999
Bolca e il suo territorioT.Caltran, R.Zorzin1998
Guida all'Altopiano dei Tredici comuniR. Chiej GamacchioEditrice Panorama Trento - 1998
Le contrade di Cerro Veronesecoord. M.DeliboriCtg Animatori della Lessinia - Boscochiesanuova
Le contrade di Sant'Anna d'Alfaedocoord. M.DeliboriCtg Animatori della Lessinia - Boscochiesanuova, 1995
Il Ponte di Vejacoord. M.DeliboriCtg Animatori della Lessinia - Boscochiesanuova, 1992
Le contrade di Boscochiesanuovacoord. M.DeliboriCtg Animatori della Lessinia - Boscochiesanuova, 1991
Escursioni in ValpolicellaE.CiprianiCierre Edizioni - 1991
Itinerari in Lessiniaautori variCtg Veneto / Grafiche P2 - 1990
Valpolicella. Guida turistico informativaa cura di F. QuintarelliEditrice Damolgraf
La Valpantenaautori vari Scudo Editrice - 1986
La preistoria in ValpolicellaL.SalzaniVerona, 1981
Edilizia e paesaggio della Lessinia G.SilvestriVerona, 1970
Vita e tradizioni in LessiniaE.Bonomo

cartografia Monti Lessini - Montagna Veronese

titoloeditorescala
VenetoTouring Club Italiano1:200.000
Monti Lessini - Recoaro Terme100 - Kompass1:50.000
ValpolicellaBerica Editrice1:25.000
Monti Lessini e Piccole Dolomiti05VE - Lac Firenze1:25.000
Carta dei sentieri, Lessinia-CaregaGruppi Alpinistici Veronesi1:20.000