Monti Berici > cicloturismo > Riviera Berica > ciclabile e strada del vino
Riviera Berica

ciclabile Riviera Berica e strada dei Vini Berici, Vicenza

pista ciclabile Riviera Berica da Vicenza a Noventa Vicentina
sul sedime della ex ferrotramvia Vicenza-Noventa-Montagnana

Ciclabile Riviera Berica
La pista ciclabile della Riviera Berica, finalmente completata, è il più importante tassello della viabilità ciclistica a sud di Vicenza, la cosidetta area 'Euganeo-Berica' nota come Riviera Berica.
La pista ciclabile è facilmente praticabile da tutti, in particolare quale 'sfogo' sportivo-ricreativo di Vicenza, tuttavia s'innesta quale collegamento e raccordo per numerosi altri itinerari ciclistici verso i Colli Euganei e, in particolare, verso i Colli (o Monti) Berici.
Per i più 'aggressivi', ciclisticamente, può servire di raccordo per alcuni anelli in mtb tra la riviera berica e la dorsale berica est.
Per i 'fans' della bicicletta da corsa, imperdibile la strada dei Vini Berici, da Longare a Sossano. Con questo mezzo conviene infatti percorrere un anello, riservando (riferimento di partenza sempre Vicenza) l'andata lungo le nervose e bellissime strade al piede del rilievo Berico, più interne rispetto alla 'riviera' della pista ciclabile, con destinazione Lumignano, Mossano, Barbarano, la bellissima Toara e Sossano. Si può poi proseguire alla volta di Pojana Maggiore e raccordarsi a Noventa Vicentina, con rientro lungo la pista ciclabile della Riviera Berica.

Pur essendo ciclisticamente un po' noioso, per via dei lunghissimi rettilinei, l'intero percorso della ciclabile tra Vicenza e Noventa Vicentina è molto interessante paesaggisticamente e per il profilo naturalistico. Anche questo aspetto è suddiviso in due tratte nettamente distinte.

Da Vicenza, centro città, alla periferia sud fino a Longare, per l'attraversamento di zone urbanizzate di altissimo pregio, interessate da ville famose nel mondo come Villa Valamarana 'ai Nani' (pitture di G.B.Tiepolo) e Villa Almerico-Capra detta 'La Rotonda' (Palladio-Scamozzi), oltre a interessanti segni di archeologia industriale, ed ancora parchi e ville di pregio a Longare-Costozza.

La seconda parte, da Costozza a Noventa, attraversa ampie campagne ancora relativamente integre, seppur ai margini di aree industriali lungo la statale della Riviera Berica, e si distingue per le belle vedute panoramiche tra i Colli Berici e i Colli Euganei, numerose zone umide e fossati con ampia varietà di flora e fauna selvatica.
Particolarmente interessanti alcuni scorci di campagna tipicamente 'alla veneta', pressoché integri, con la caratteristica disposizione delle coltivazioni agricole e il regolare intervallarsi di siepi, filari di vigne, filari di gelso un tempo sfruttati intensivamente per l'allevamento dei bachi da seta (i 'cavalieri').
Inoltre s'intersecano numerose opere di ingegneria idraulica, tipiche della pianura alluvionale centrale del Veneto.

Da Noventa Vicentina, spingendosi verso Montagnana, a Pojana Maggiore si trova uno dei massimi esempi dell'architettura del Palladio, villa Pojana con accanto il castello di Pojana (in restauro?).
Per giri più brevi ci si può 'accontentare' del giro della Valle di Fimon, con innesto a Lòngara di Longare.
Da Longare interessante anche il percorso per Montegalda, Montegaldella e Padova, parzialmente lungo l'argine sterrato del Bacchiglione (anche per questo un progetto di pista ciclabile).

storia della ferrotramvia Vicenza-Noventa-Montagnana

Ad inizio novecento, oltre al collegamento ferroviario Milano-Venezia realizzato dagli Austriaci a metà ottocento, Vicenza era efficacemente servita da una ottima rete di ferrovie e tramvie suburbane e locali (dette Consorziali) che si spingevano agli angoli estremi del territorio provinciale.
La maggior parte dei convogli era trascinato da locomotive a vapore dette 'Vaca Mora', affettuoso termine che indica sia la velocità (dal camminare lento delle mucche) che gli sbuffi di fumo di nero carbone, non mancavano tuttavia tratte elettrificate e persino qualche tratto a forza animale. Diverse erano le linee ferrate, sia a scartamento ordinario che a scartamento ridotto Tramvia Riviera Berica, Vicenza-Noventa-Montagnana Inoltre, tra le due guerre la provincia fu interessata, solo come attraversamento, dalla ferrovia militare Treviso-Ostiglia tra Grisignano di Zocco, Barbarano, Cologna Veneta che presto dovrebbe venir recuperata come pista ciclabile, intersecando la ciclabile Riviera Berica.

La Ferrotramvia Vicenza-Noventa-Montagnana a scartamento ordinario è entrata in esercizio nel 1911, raccordandosi coerentemente con le linee di Vicenza e di Montagnana verso la bassa veronese.
La tratta Noventa-Montagnana venne dismessa nel corso delle seconda guerra mondiale, a seguito di irreparabili danneggiamenti.
La tratta Vicenza-Noventa è stata dismessa nel 1978.
Correva prevalentemente su sede propria, anche in aperta campagna o sul lato opposto del canale lungo la strada statale della Riviera Berica, ma in alcuni tratti anche su sede stradale.

Da alcuni anni il tratto Vicenza-Longare è stato trasformato in pista ciclabile, bellissima e molto frequentata.
Nel 2011 sono stati eseguiti i lavori di recupero del tratto Longare-Noventa, la nuova pista ciclabile è praticabile dall'inizio 2012 e inaugurata a maggio 2012.
Pertanto ora è completa, tutta praticabile su sede propria, la Ciclabile della Riviera Berica lunga circa 33 km.

Strada dei Vini dei Colli Bericicicloturismo lungo la Strada dei Vini dei Colli Berici

Un bellissimo giro in bicicletta, a dir poco sorprendente per chi non conosce il gruppo collinare dei Monti Berici.
Si percorrono stradine secondarie proprio al piede del risalto collinare, inanellando una serie di lindi paesi, una successione di ville che spaziano dal '300 al '700, alcune anche molto famose, moltissime case vecchie, fontane monumentali e, naturalmente, campi e vigneti.
Un ambiente nonostante tutto ancora molto integro anche se non lontano dai nefasti effetti della 'civiltà'.

La potremmo anche chiamare 'Strada delle Fontane', e tra queste davvero bellissime sono le fontane monumentali di Costozza Lumignano, Mossano, ma soprattutto la fontana a Costalunga di Castegnero, con la vicina canaletta per il quattrocentesco mulino.
Inoltre il Mulino di Mossano, e tantissime altre belle cose.
Sullo sfondo le inconfondibili gobbe dei Colli Euganei.

Le stradine sono sempre tortuose e molto strette, il fondo asfaltato non sempre in buone condizioni (ma non vi sono problemi nemmeno con le bici da corsa).
Il traffico automobilistico è inesistente, solo qualche frontista, e questo meraviglierà coloro che conoscono la non lontana statale della Riviera Berica, trafficatissima, una successione di capannoni e negozi.
Davvero un altro mondo.

Strada dei Vini dei Colli Berici In compenso l'itinerario è trafficatissimo... di ciclisti vicentini, anche durante i giorni feriali, chiaramente uno dei più amati.

Si segue pressoché integralmente la Strada dei Vini dei Colli Berici, sempre ben segnalata da appositi cartelli.

Si può partire da Longare (parcheggi vicino alla chiesa) o anche direttamente da Vicenza città, seguendo la bella pista ciclabile della riviera fino a Longare.

Si prosegue per Costozza (villa Trento, fontana di Costozza), quindi Lumignano con vista sui covoli, le pareti rocciose e l'eremo di San Cassiano, quindi Castegnero, Nanto, l'affascinante valletta 'Risaia' proprio sotto la grandiosa Villa Pigafetta, il colle di San Pancrazio, Mossano (le prigioni nella roccia, la sorgente, il mulino ad acqua), Barbarano, il castello di Villaga, Villaga e Toara (villa Piovene e Castello del Belvedere).

Volendo si può giungere a Sossano.
Questo è solamente il primo tratto della Strada dei Vini e chi è abituato ai lunghi giri cicloturistici la può percorrere integralmente.

Per il ritorno si può fare il medesimo percorso al contrario, e non è di certo un banale ripercorrere il già visto, oppure raggiungere Noventa Vicentina e rientrare a Vicenza percorrendo la pista ciclabile Riviera Berica.
Naturalmente si può affrontare la ben più impegnativa salita da Toara a Pozzolo e tornare in direzione Vicenza per la dorsale di San Giovanni in Monte e Villabalzana che presenta numerosi strappi impegnativi.

Il percorso lungo la Strada dei Vini è invece a leggeri saliscendi con solamente alcuni brevi strappetti, quello un po' più impegantivo è lo strappetto a stretti tornanti per salire a Mossano.
L'andata e ritorno da Longare a Toara è di circa 35 chilometri.
Riviera Berica - Strada dei Vini dei Colli Berici Riviera Berica - Strada dei Vini dei Colli Berici Riviera Berica - Strada dei Vini dei Colli Berici Riviera Berica - Strada dei Vini dei Colli Berici Riviera Berica - Strada dei Vini dei Colli Berici Riviera Berica - Strada dei Vini dei Colli Berici Riviera Berica - Strada dei Vini dei Colli Berici Riviera Berica - Strada dei Vini dei Colli Berici Riviera Berica - Strada dei Vini dei Colli Berici Riviera Berica - Strada dei Vini dei Colli Berici Riviera Berica - Strada dei Vini dei Colli Berici Riviera Berica - Strada dei Vini dei Colli Berici Riviera Berica - Strada dei Vini dei Colli Berici Riviera Berica - Strada dei Vini dei Colli Berici Riviera Berica - Strada dei Vini dei Colli Berici Riviera Berica - Strada dei Vini dei Colli Berici Riviera Berica - Strada dei Vini dei Colli Berici Riviera Berica - Strada dei Vini dei Colli Berici Riviera Berica - Strada dei Vini dei Colli Berici Riviera Berica - Strada dei Vini dei Colli Berici Riviera Berica - Strada dei Vini dei Colli Berici Riviera Berica - Strada dei Vini dei Colli Berici
Vicenza Fimon Longare Noventa Vicentina Sossano Cologna Veneta Montagnana Vicenza Fimon Longare Noventa Vicentina Sossano Cologna Veneta Montagnana Vicenza Fimon Longare Noventa Vicentina Sossano Cologna Veneta Montagnana Vicenza Fimon Longare Noventa Vicentina Sossano Cologna Veneta Montagnana
percorsi cicloturistici Riviera Berica : Vicenza, Longare, Noventa Vicentina, Sossano, Montagnana
inizio percorsidove non diversamente indicato si tiene come riferimento la partenza da Vicenza
tuttavia i percorsi possono essere ripresi da qualsiasi località
riferimentiVicenza, Longare, Noventa Vicentina, Cologna Veneta, Montagnana
parcheggioparcheggi vari a Vicenza oppure Montagnana, Noventa Vicentina, Sossano
treno+bicisolo a Vicenza - non ci sono servizi di trasporto bici da Noventa, Montagnana, Cologna verso Vicenza
ciclabile della Riviera Berica : Vicenza, Longare, Noventa Vicentina
mete principaliVicenza, Longare, Castegnero, Campiglia dei Berici, Noventa Vicentina
Comuni interessati Vicenza, Longare, Castegnero, Nanto, Mossano, Barbarano, Villaga, Sossano, Agugliaro, Campiglia dei Berici, Noventa Vicentina
difficoltàfacile, totalmente pianeggiante
tipologiapista ciclabile asfaltata su sede autonoma, lunghissimi rettilinei
orientamentobanale
segnaviatabelle pista ciclabile
tempicirca 2:00/3:00 ore (solo andata, soste escluse)
lunghezzaVicenza-NoventaVicentina km. 33 circa
dislivelloquasi pianeggiante
biciclettacity bike, cicloturismo - non adatta mountain bike specialistica, praticabile in bici da corsa
carrettino portabimbi sì, adatto, qualche difficoltà all'arrivo a Noventa Vicentina
bagagli/borsesì, nessun problema
nordic walkingnon adatto
joggingnon adatto
rollersì lungo tutta la pista ciclabile
percorso cicloturistico e collegamento ciclabile Vicenza, riviera Berica, Sossano, Cologna Veneta, Montagnana
mete principaliVicenza, Longare, Lumignano, Castegnero, Barbarano, Villaga, Sossano, Orgiano, Cologna Veneta, Montagnana
difficoltàfacile, pianeggiante fino a Longare, poi saliscendi nella strada pedecollinare, una breve rampa ripida a Mossano e nel valico verso Toara
tipologiapista ciclabile asfaltata fino a Longare, poi strade asfaltate promiscue a basso traffico
orientamentofacile
segnaviatabelle Strada del Vino dei Colli Berici fino a Sossano, poi indicazioni stradali per Montagnana o Cologna Veneta
tempicirca 3:00 ore
lunghezzaVicenza-Sossano km. 32 circa
Sossano-ColognaVeneta km. 15
Sossano-Montagnana km.16
dislivello200 m. complessivamente
biciclettabici da corsa, city bike, cicloturismo, poco adatta la mountain bike
carrettino portabimbi sì nella pista ciclabile, difficoltoso nei saliscendi della Strada del Vino, sconsigliabile nelle strade promiscue da Sossano a Montagnana o Cologna Veneta
bagagli/borsesì, nessun problema
nordic walkingnon adatto
joggingnon adatto
rollersì nella pista ciclabile tra Vicenza e Longare, no per tutto il resto
gps bdc mtb
progettipista ciclabile dell'Ostiglia ex ferrovia Treviso-Ostiglia (tra Castegnero e Cologna Veneta), in progetto
cartografiaVeneto - Touring Club Italiano - 1:200.000
ricognizionemaggio 2009, settembre 2011, gennaio 2012
download traccie Gps dell'escursione e itinerario interattivo con Google/Earth
bibliografiaBinari Dimenticati - Archeologia ferrotranviaria tra Vicenza, Noventa e Montagnana di Enrico Bassi - Edizioni Associazione Binari Dimenticati - Noventa Vicentina, 2008
informazioniwww.rivieraberica.net

nota importante

MagicoVeneto non fornisce informazioni pubblicitarie. Rivolgersi agli Enti Promozione Turismo, ProLoco, ecc.
Itinerari e descrizioni riportate in questo sito devono essere visti solamente come idee di massima e premesse per programmare le proprie gite, non possono in nessun caso essere considerate quali consigli o indicazioni certe.
Girare con la bicicletta è attività potenzialmente pericolosa e a proprio rischio e pericolo.
MagicoVeneto non è responsabile di disguidi, errori ed inconvenienti possibili lungo i percorsi.
I percorsi si svolgono su 'strade', strutture regolamentate dal Codice della Strada, ed è tassativo il rispetto delle norme previste dal Codice.