hobbies > orienteering

uno sport diverso... orienteering e uso del sistema Gps

Gpsescursioni e traccia Gps, coordinate e posizione geografica

Come premessa, dobbiamo parlare di "Sistema Gps", intendendo non solo lo Strumento (di ricezione) o Navigatore, ma il complesso sistema che integra la "Costellazione di satelliti" (americana), il Ricevitore, Mappe-Tracce-Rotte gestibili e caricabili sul ricevitore, Cartografia e sistemi di gestione a computer per scaricare dal ricevitore i dati acquisiti, modificare o tracciare tracce-rotte e creare/modificare cartografia "vettoriale" (nella quale tutti gli elementi sono gestibili singolarmente come oggetti scalabili/filtrabili, anzichè come puro disegno a BitMap -mappa di bit- quale ad esempio i .jpg).

Nella pagina dedicata ad una escursione puoi trovare delle indicazioni Gps e, a volte, il "facile" download gratuito della traccia Gps in formato .gpx (formato di interscambio per navigatori satellitari) e .kml/kmz di Google/Earth, oltre ad altre informazioni e parametri ricavati con il Gps. La materia è estremamente complessa, i formati e gli standard delle tracce Gps/Gpx e relativi apparecchi Gps sono numerosissimi, spesso proprietari, installare mappe nello Strumento Gps, tra blocchi, credenziali, conversione di formati, trucchetti vari, dovendo 'smanettare' (pericolosamente) perfino tra il registro di Windows, diviene cosa da adepti, che oltretutto fa perdere un sacco di tempo distraendolo da quello che è il nostro vero scopo : fare una escursione o un giro in bici possibilmente avendo a disposizione qualche informazione "utile" e magari una traccia Gps un minimo "decente".

Il web è un vero ginepraio anche/soprattutto in questo settore.
Vagonate di itinerari, quasi tutti in siti "Wiki" dove tutti possono inserire descrizioni e tracce. Il risultato è del materiale tutto scoordinato, con poche logiche, fatto da mani diverse spesso inesperte, in buona sostanza ben poco affidabile e/o veramente "usabile". Si aggiunga che è tutto un brulicare di login e password, rimandi ad altri siti, pubblicità occulta, babele di lingue, e questo alla fine per riuscire a scaricare una miserabile traccia Gps, quasi fosse un gioiello.
Noi tutti (nel senso di veri fruitori di percorsi in bici e a piedi) crediamo che la traccia Gps sia semplicemente "una informazione". La traccia Gps è un qualcosa in più che può essere anche molto utile, ma che non ha senso trattare a peso d'oro per poi rivelarsi una patacca.

Bando alle ciance e agli adepti perditempo che brulicano nel web, concentriamoci sull'escursione, non sul fanatismo smanettone fine a se stesso.
Quanto alla traccia per il nostro Strumento Gps facciamo un tentativo di trovarne qualcuna un minimo buona e affidabile, poi eventualmente cerchiamo di crearcela noi stessi, il più facilmente possibile con gli strumenti e le competenze che abbiamo. La cosa è relativamente facile per tracciare un itinerario per bici da corsa su strade asfaltate, molto difficile nel tracciare i sentieri di montagna poco evidenti e tra il bosco. Al limite fissiamo dei punti (Poi, waypoint) significativi ben visibili dalle foto satellitari (con Google Earth, vedi più avanti).

Questo lavoro si traduce in una buona preparazione "culturale" all'esplorazione del luogo che andremo a visitare, comunque indispensabile, consapevoli che la traccia Gps non è "cosa certa e sicura", che il luogo è molto diverso da come lo avevamo immaginato sulla carta, e che sul posto dovremo usare molto anche cartine topografiche, occhi e soprattutto cervello.
Per inciso, a proposito di "cosa certa e sicura", teniamo presente che lungo un pendio molto ripido di montagna, abbiamo problemi di ricezione perché i satelliti sono invisibili coperti dalla montagna, che nel preparare la traccia a computer anche uno spostamento di pochissimo sulla carta si traduce in errori molto grossolani (in questo caso a causa della forte pendenza) e che tuttavia noi dobbiamo percorrere "un sentiero", vale a dire un qualcosa di obbligato da svolgere sul terreno che può comunque differire anche di molto dal nostro 'filo d'Arianna'.

cosa sono le coordinate Gps

Sono coordinate terrestri che servono per identificare con precisione una determinata posizione.
Si identificano con due valori : Latitudine (nord/sud rispetto all'equatore) e Longitudine (est/ovest) rispetto al meridiano di Greenwich.
Molti sistemi identificano la posizione con lettere N,S,E,W, altri con il segno (+ -) : in questo caso si usa + per il nord e per l'est e - per valori che si riferiscono alla latitudine sud e longitudine ovest.
I due valori sono espressi in gradi sessagesimali con la notazione : gradi° minuti' secondi".
I gradi hanno un valore compreso tra 0 e 89 per la latitudine (N/S) oppure da 0 a 179 per la longitudine (E/W).
I minuti ed i secondi vanno sempre da 0 a 59.
Per una maggior precisione la cifra finale può avere una parte decimale.

esempi equivalenti
  • Gradi Minuti Secondi,decimali = N/E   45°49'52,896" 9°24'28,044"
  • Gradi Minuti,decimali = N/E   45°49,8816' 9°24,4674'
  • Gradi,decimali = N/E   45,83136° 9,40779°
Per un primo approfondimento si rimanda al manualetto Gps scaricabile.

per iniziare - come ricercare, a computer, un luogo usando le coordinate Gps e fare una prima esperienza nel preparare una traccia

La cosa più semplice è utilizzare Google Maps se conosci le coordinate in gradi, primi e secondi (magari ricavandoli da una carta escursionionistica)
  • copia i dati di coordinate
  • vai in GoogleMaps
  • incolla sulla casella in alto "Cerca nella mappa"
  • clicca alla voce "Ricerca sulle mappe" per immettere il dato
A questo punto dovrebbe comparirti la posizione esatta sulla mappa con le indicazioni di conversione in altri formati, utili per esempio per programmare il navigatore satellitare dell'auto, e puoi anche tracciare a computer il percorso per raggiungere il luogo.

Molto valido, ma un po' più complicato, utilizzare Google Earth in questo caso si dovrà installare un apposito programma gratuito, non facilissimo da usare, o meglio molto complesso con possibilità anche molto sofisticate che inizialmente non sono facilmente comprensibili.
Prepariamo noi stessi un tracciato da caricare nello Strumento Gps!
In Google/Earth si può caricare una traccia già fatta, oltre che dai formati proprietari .kml/.kmz, anche dal formato .gpx.
Con Google/Earth è possibile (con pazienza, non è facilissimo) tracciare un itinerario sulla foto satellitare, salvarlo in .kml e quindi convertirlo (con GpsBabel) nel formato del nostro Strumento Gps in modo da avere una traccia abbastanza affidabile di una escursione della quale non abbiamo altre tracce o documentazione.
Per maggiori informazioni vedi sul manualetto.

Inoltre avendo a disposizione una traccia in formato Gpx, per esempio scaricando gli itinerari rilevati in Gps da questo sito, si può vedere l'intero percorso usando delle utility on-line che chiedono solamente di indicare la cartella locale (conviene posizionare il file Gpx nel desktop, perché più semplice) dove salvato il file Gpx. Questo metodo è utile per analizzare più in dettaglio parametri quali dislivelli, pendenze, ecc.
Ottimi i siti per la conversione tra i vari formati si può usare l'utility freeware
  • www.gpsbabel.org   sito in inglese, programma da installare in italiano - gps BABEL... la dice lunga sulla situazione di questi standards

download risorse, tracce e mappe Gps riguardanti il triveneto

  • www.magicoveneto.it - il nostro sito!
    Forniamo, in modo del tutto gratuito e senza blocchi o pubblicità, le tracce Gps 'pure' dei percorsi che abbiamo personalmente effettuato, qui non trovi materiale di seconda, terza, quarta mano... semmai il contrario! Non ci impegnamo nella realizzazione di mappe, solo tracce gps/gpx.
  • www.garda-gps.de/index_it.html - mappe Garda, Lessini, Altopiano, Grappa - sono scaricabili, oltre a tracciati Gps, le mappe topografiche facilmente autoinsallanti per il programma MapSource (Garmin) e tramite questo (dopo aver selezionato il settore che ci interessa) si possono caricare sullo Strumento Gps (quasi tutti i Garmin 'cartografici') - il tutto abbastanza facile e semplice, una volta tanto!
  • openmtbmap.org/it/ - specializzato per la mtb, mappe Italia e tutta Europa, si scarica l'opportuno file .exe, si esegue l'installazione con l'unica avvertenza di creare la cartellina all'interno della cartella Garmin/, quindi da MapSource è direttamente visibile e caricabile - bellissimo, facilissimo!
  • www.mapefurlane.eu - mappa del Friul in lingua Furlana, su OpenStreetMap
Per l'approfondimento su come preparare le tracce Gps si rimanda al manualetto scaricabile.

siti e utility per Gps e cartografia open-source


consigli per l'acquisto di un ricevitore Gps

MagicoVeneto non fa pubblicità e non consiglia niente.
E' ben noto, comunque, che le ditte produttrici di Strumenti Gps per l'escursionismo sono una... e al massimo qualche altra.
Basta sfogliare i cataloghi e cercare di capire quale lo Strumento più adatto alle nostre esigenze.
Interroghiamoci innanzitutto se ci serve per la bicicletta oppure per il trekking, oppure ancora per entrambi i casi, oppure ancora uno 'piccolo e da polso' per il jogging.
Se non abbiamo esigenze di 'rilievo professionale' di un luogo o escursione, ci basta un modello economico, anche NON cartografico.
Per una passeggiata/escursione/trekking o un giro in bici è forse meglio la soluzione di una semplice traccia Gps 'pura', giusto per avere un filo d'Arianna quale informazione aggiuntiva e poi è, comunque sia, importante avere una mappa cartacea topografica 1:25.000.

La cosa più interessante che possiamo ricavare dallo Strumento Gps è la funzione "Computer di viaggio", con la quale possiamo sapere quanta strada abbiamo fatto, la quota, quanto dislivello, la velocità media e massima, ecc.

Infine, e forse da sola vale la spesa per l'acquisto di un ricevitore Gps, ricordiamoci che il Gps ci fornisce le coordinate di dove ci troviamo in quel momento, la sua vera funzione!
Cosa che possiamo comunicare via telefonino (...se funziona) o comunque con altri mezzi, nelle richieste di soccorso.
A tal proposito è da ricordare che alcuni "Centri 118" hanno istituito un servizio di segnalazione via SMS della posizione Gps del richiedente soccorso.

geolocalizzazione e soccorso

vedi la nuova app vedi anche

quanti minuti ci vogliono per percorrere n. chilometri pianeggianti?

riferimenti indicativi
  • 9,0 km/ora o più : runner amatoriale/professionista su terreni pianeggianti
  • 5,0 km/ora : camminatore molto allenato su distanze medio/brevi pianeggianti
  • 4,5 km/ora : camminatore molto allenato su distanze medio/lunghe pianeggianti
  • 4,0 km/ora : camminatore mediamente allenato su distanze medio/lunghe pianeggianti
  • 3,8 km/ora : camminatore mediamente allenato su lunghissime distanze pianeggianti
  • 3,5 km/ora : camminatore mediamente allenato su sentieri alpini poco impegnativi
  • 3,0 km/ora : camminatore mediamente allenato su sentieri alpini impegnativi
  • 2,5 km/ora : camminatore mediamente allenato su sentieri alpini molto impegnativi
  • 3,5 km/ora : camminatore poco allenato su distanze medio/lunghe
  • 3,5 km/ora : camminatore turistico su distanze medio/brevi
(distanze brevi = meno di 5 km. / medie = 5-15 km. / lunghe = 15-30 km / lunghissime = oltre i 30 km)
inserire valori separati da spazi e decimali con il punto
velocità oraria della camminata
chilometri da percorrere

TeMPSS (Tempo Medio Percorrenza Sentiero Salita) - Vam (Velocità di Ascesa Media)

riferimenti 'molto' indicativi di percorrenza/salita su sentieri alpini
runner amatoriale/professionistatempo 1:00 ora - dist. 5,0 km - disl. 800 m
escursionista ben allenatotempo 1:00 ora - dist. 4,0 km - disl. 500 m
escursionista mediamente allenatotempo 1:00 ora - dist. 3,0 km - disl. 400 m
escursionista poco allenatotempo 1:00 ora - dist. 2,5 km - disl. 300 m
turistatempo 1:00 ora - dist. 2,0 km - disl. 200 m
quota iniziale (m.)
quota finale (m.)
lunghezza salita (km.) chilometri (in frazioni intere)
+ lunghezza (metri)  frazioni di km espresse in metri
livello di allenamento (min.1 / max.5)

TeMPSS (Tempo Medio Percorrenza Sentiero Salita) - Vam (Velocità di Ascesa Media)

TeMPSS, ovvero tempo medio per percorrere un sentiero montano con salite, è un interessante parametro empirico che ci permette di prevedere in quanto tempo riuscirò a percorrere un sentiero sulla base del mio allenamento e dei parametri di dislivello/lunghezza.
Per la percorrenza su strada pianeggiante posso avvalermi della calcolatrice di minuti necessari a percorrere un certo chilometraggio sulla base della mia presunta velocità media.

La Vam (derivata dal ciclismo) è un parametro che indica i metri di dislivello che si affrontano per unità di tempo.

In un'ora di salita se si compiono 100 metri di dislivello la Vam è di 100 metri/ora.
E' un indicatore empirico che risente di diverse variabili: l'allenamento, il tipo di salita più o meno ripida, la continuità della salita, ecc.
E' comunque un parametro interessante, soprattutto a livello di riferimento personale, in quanto ci permette raffronti tra vari tipi di salite personalmente compiute oppure per verificare il proprio stato di allenamento possibilmente, in questo caso, percorrendo la medesima salita.
Può essere utile anche per programmare una uscita su una salita che non si conosce, con un'indicazione di massima sul tempo che ci impegnerà.
Infine è interessante per avere un minimo di paragone, solitamente demoralizzante..., con atleti e campioni...

bibliografia generale orienteering e Gps

titoloautoreedizione
L'antica arte di trovare la stradaTristan Goodley2012 - Vallardi Editore
Cartografia e OrientamentoA.Geri, G.Perelli, N.Calzavara2011 - Manuali Cai n.24
Gps, la guida satellitare per l'outdoorM.Ravara, L.Sannazari, M.D'Eramo2010 - Hoepli
OrienteeringE.Maddalena2010 - Hoepli
Cartografia, orientamento e uso del Gps per escursionistiP.Barillà, M.Blatto2009 - L'Escursionista Editore
Cartografia e Gps per l'escursionismoA.Caporali, M.Gallo2001 - ZetaBeta Editrice
Manuale per il soccorritore sportivoAssociazione Medico Sportiva Patavina1997 - Libraria Padovana Editrice

approfondimenti orienteering e Gps


nota importante

I dati e le tracce Gps contenuti in questo sito sono stati rilevati con cura, tuttavia possono contenere inesattezze, errori, cambiamenti, essere incompleti o insufficenti.
Quanto riportato nel sito è stato compilato e verificato con cura. Sviste, errori o cambiamenti non tempestivamente aggiornati sono sempre possibili.
Frequentare la montagna - mountain bike, escursionismo, ferrate, alpinismo - è attività potenzialmente pericolosa e chi la pratica lo fa a proprio rischio e pericolo.
Pertanto si declina ogni responsabilità per possibili disguidi, danni, incidenti subiti dagli utenti.

Il materiale è fornito per uso personale di ausilio alle proprie escursioni.
Vietato l'uso a scopo di lucro e la ripubblicazione su altri siti.
Buon viaggio e buona escursione!