Colli Euganei > Calaone > Sentiero del Principe
Comune di Este Comune di Baone Parco Naturale Regionale dei Colli Euganei
Calaone, Este

Este e Calaone di Baone - Colli Euganei

Sentiero del Principe da Este a Calaone


Dopo anni di incuria è stato ripristinato il percorso per salire a piedi da Este al panoramico paesino di Calaone, noto come il "Sentiero del Principe". E' un sentiero storico molto antico e serviva per raggiungere le fortificazioni di Calaone e del monte Castello dal centro di Este, percorrendo la bassa dorsale collinare che si protente verso Este e che termina proprio al Castello Carrarese.
Il nome è giustificato dal tratto di suggestivo sentiero selciato dopo la salita dei Cappuccini e dalla vista sulla cinquecentesca villa Contarini detta "Palazzo del Principe", ora casa privata, in pregevolissima posizione panoramica. L'appellativo "del Principe" le venne attribuito allor quando Luigi Contarini nel 1676 ricevette la notizia di essere stato eletto Doge della Serenissima.

Si tratta di un percorso, turistico e "quasi urbano", ricco di storia locale che nel primo tratto permette suggestive visioni sulle mura del Castello Carrarese e sugli edifici storici di via Cappuccini, dall'Arco del Falconetto, alla villa Kunkler (ex convento dei Cappuccini), dove soggiornarono i poeti Byron e Shelly, con l'eclettico edificio di gusto Belle Epoque delle scuderie (Palasso de tola).
Mano a mano che si sale di quota (si fa per dire...) si aprono ampie visioni su questo estremo settore meridionale dei Colli Euganei e sulla campagna che attornia Este. In giornate terse, come possono essere quelle invernali, si possono scorgere in lontananza gli Appennini Romagnoli.

Tutto bello, facile e piacevole, quindi? Non proprio.
Il sentiero percorre anche lunghi tratti in moderata salita della moderna strada asfaltata, che ha distrutto l'originale percorso del sentiero, di solito poco frequentata dalle automobili ma praticamente "assaltata" da tantissimi ciclisti stradisti. Si tratta, giustamente, di una delle più belle salite stradali dei Colli Euganei ed infatti la salita a Calaone è più indicata per la bicicletta che a piedi.
Camminare sull'asfalto, in lunghi tratti anche per la discesa, non è poi piacevolissimo sotto il sole cocente. Si aggiunga anche la bassa quota e i tratti di boscaglia rinselvatichita, qualche visione su cave e capannoni lontani, e si capisce perché è consigliabile solo al mattino presto e preferibilmente nel periodo invernale.

Vale la pena percorrerlo? Provare per credere, può essere il motto, dopodiché ognuno può avere la sua opinione.
Tuttavia, soprattutto per chi viene da lontano e non conosce bene Este, l'abbinamento con la visita turistica a questa importantissima cittadina può essere davvero il valore aggiunto che merita di essere scoperto.

Il consiglio è quindi di percorrere, di buonora al mattino, il "Sentiero del Principe" per poi dedicare il resto della giornata, con la dovuta calma, alla visita alla città.
Dal castello Carrarese con le sue imponenti e suggestive mura, tutt'attorno e anche all'interno (bellissimo giardino pubblico) salendo ai piedi del Mastio, all'importante Museo Archeologico Nazionale Atestino, al Duomo di Este con la bella tela di Santa Tecla opera magistrale di Gianbattista Tiepolo, ad altre chiese, alle belle e animate piazze.

In questo modo la visita ad Este, necessaria ed importante per chi si interessa anche di storia e di arte, non viene "banalizzata" e riceve dal percorrere il "Sentiero del Principe" il giusto inquadramento geografico e paesaggistico.
Specie le mura del Castello Carrarese sono molto "performanti" anche per i fotografi, ed offrono spunti davvero interessanti.
Il "Sentiero del Principe" nel dettaglio
Partiamo dal Duomo di Este, prendiamo la stradina laterale verso i Colli e in poche decine di metri sbuchiamo alla strada provinciale, la attraversiamo per prendere l'antica via Cappuccini, chiusa tra storici edifici.
Nessun cartello o tabella ci indica il "Sentiero del Principe", ma su di un muro si trova una lapide che ricorda il vecchio sentiero approntato alcuni decenni fa.

In fondo la via è chiusa al traffico e iniziamo a salire il tratto caratteristico e selciato tra le mura delle ville.
Sulla sinistra l'Arco del Falconetto villa Cornaro, in breve arriviamo ad uno slargo dove troviamo la strada asfaltata che sale da dietro le mura ed il primo grande pannello didattico con informazioni sul sentiero.
La vista è interessante sulle mura Carraresi e sulla villa frequentata dal Byron.

Proseguiamo per la stradina in leggera salita passando sotto le strutture lignee delle eclettiche scuderie, quindi seguiamo la stradina asfaltata tralasciando il sentiero che sbuca da destra, da dove arriveremo al ritorno.
Segue un tratto più aperto oltre le ultime ville, parzialmente in selciato e pietrisco, che aggira tutta la mura del Brolo della villa per poi passare accanto e all'ingresso del "Palazzo del Principe".
Un altro tratto di sterrata più "campagnolo" e, dopo essere passati davanti ad alcune casette, sbuchiamo sulla strada asfaltata di Calaone.
Attraversata, altro grande pannello didattico del Sentiero, un breve tratto di sentiero in ripida salita e sbuchiamo nuovamente al tornante superiore della strada di Calaone.
Ora il tratto più monotono, sebbene aggraziato da belle visioni panoramiche, un lungo rettilineo su asfalto ed infine un curvone tra le case di Calaone per giungere alla piazzetta della bella Chiesa con l'altissimo campanile di fine ottocento.
Fino a qualche anno fa vi era anche una graditissima "fontanella del ciclista", rubinetto ora purtroppo in secca, l'acqua si trova solamente un po' prima, all'ingresso del Cimitero, se non si vuole assaggiare quella dei bar-ristoranti.

Dopo la breve sosta alla piazzetta della chiesa (non vi sono sentieri per salire sul colle "Castello", dove si trova una grande croce visibile anche dalla piazza), prendiamo la via del ritorno.
Scendiamo per via Villanova, versante verso Este, proprio all'ingresso della piazzetta (nessun cartello).
La strada asfaltata scende ripidissima (molto dura in salita con la bicicletta...) con alcune curve e ad un rettilineo, quasi sul fondo della valletta, troviamo sulla destra una stradina sterrata, via Bombica, che dobbiamo ora prendere (attenzione, nessun cartello).
Lo sterrato ci permette di raggiungere l'altra stradina asfaltata, via Spiasi, dove procediamo in discesa a sinistra. L'asfalto si fa via via più malmesso, fino a scomparire, e passiamo accanto al capannone di una cava, quindi troviamo un piccolo ponticello di legno (nuovo) e il sentiero risistemato, con tanto di panchine e tavoli.

In breve siamo nuovamente ad un tornante della strada di Calaone.
Proseguiamo in discesa con un paio di tornanti, attenzione alle auto, per poi trovare un sentiero che si dirama sulla destra (nessun cartello), che scendiamo per ricongiungerci al percorso fatto all'andata nei pressi delle scuderie di villa Kunkler Byron.

Ora possiamo scendere verso sinistra, attorno alle mura, per poi entrare nei giardini del Castello Carrarese.
Sentiero del Principe da Este a Calaone di Baone Sentiero del Principe da Este a Calaone di Baone Sentiero del Principe da Este a Calaone di Baone Sentiero del Principe da Este a Calaone di Baone Sentiero del Principe da Este a Calaone di Baone Sentiero del Principe da Este a Calaone di Baone Sentiero del Principe da Este a Calaone di Baone Sentiero del Principe da Este a Calaone di Baone Sentiero del Principe da Este a Calaone di Baone Sentiero del Principe da Este a Calaone di Baone Sentiero del Principe da Este a Calaone di Baone Sentiero del Principe da Este a Calaone di Baone Sentiero del Principe da Este a Calaone di Baone Sentiero del Principe da Este a Calaone di Baone Sentiero del Principe da Este a Calaone di Baone Sentiero del Principe da Este a Calaone di Baone Sentiero del Principe da Este a Calaone di Baone Sentiero del Principe da Este a Calaone di Baone
salendo a Calaone da Este salendo a Calaone da Este salendo a Calaone da Este il campanile di Calaone il Monte Ricco di Monselice il Monte Ricco di Monselice verso Baone la sella di Calaone e in basso Este la sella di Calaone e in basso Este la sella di Calaone e in basso Este
panorama da Calaone di Baone panorama da Calaone di Baone panorama da Calaone di Baone panorama da Calaone di Baone panorama da Calaone di Baone panorama da Calaone di Baone
Sentiero del Principe - Este Calaone

Sentiero del Principe da Este a Calaone
doveColli Euganei, settore Sud, comuni di Este e di Baone, parzialmente Parco Naturale Regionale dei Colli Euganei
parkEste, parcheggi vari
monteSella di Calaone (m.240), tra il monte Cero (m.409) e il monte Castello (di Calaone)(m.316)
luoghiDuomo di Este, Castello Carrarese, Arco Falconetto, salita dei Cappuccini, villa Kunkler o Byron, Palazzo del Principe, Calaone
motiviricreativi, sportivi, storici, paesaggistici
quandomesi freddi, anche in pieno inverno, consigliabile il mattino presto
lunghezza6,5 km l'anello completo a/r da Este
dislivello250 m
tempicirca 2 ore, soste escluse
orientamentofacile, tuttavia chi non conosce bene Este ha qualche dubbio nel trovare il sentiero alla partenza, qualche altro punto ambiguo anche nella discesa da Calaone
segnaleticaattualmente solo 3 grandi pannelli didattici, manca qualsiasi altra segnaletica
quotamin.m.20 (Este) / max.m.240 (Calaone)
tipologialarghi sentieri selciati urbani, strade asfaltate
difficoltàturistico (Cai=T)
pericolila strada Este-Calaone generalmente è poco trafficata, tuttavia verso mezzogiorno il sabato e la domenica può essere transitata da numerose automobili, inoltre è sempre frequentatissima dai ciclisti
ricoveribar e trattorie a Calaone
nordic walking adatto, ma molta strada asfaltata
joggingmolto adatto e frequentato
carrozzinenon percorribile
mtbè tutto fattibile, tuttavia si consigliano altri abbinamenti
bdcla salita stradale da Este a Calaone, pur breve e facile, è una delle più belle salite dei Colli Euganei, frequentatissima da migliaia di ciclisti
ricezionesegnale Gsm (telefono) sempre buono / segnale Gps ottimo
downloadtraccie Gps dell'escursione e itinerario interattivo con Google/Earth
gps walk nw jog bdc mtb parks
cartografiaattualmente nessuna di affidabile
ricognizionemarzo 2017
noteconsigliabile percorrere il "sentiero" il mattino presto in quanto i lunghi rettilinei di salita sulla strada asfaltata sono "poco simpatici" col caldo e il sole cocente
notevilla Kunkler Byron e villa Contarini "Palazzo del Principe" sono case private non visitabili, raccomandabile la visita interna al Castello Carrarese, parco-giardino pubblico, e alle suggestive mura, consigliabile la visita al Museo Archeologico Nazionale Atestino e al Duomo di Este
noteil Sentiero del Principe, dopo anni di abbandono (pur frequentato da moltissimi cittadini di Este), è stato ripristinato ed inaugurato a febbraio 2017
riferimentiwww.comune.este.pd.it
www.parcocollieuganei.it
approfondimenti
Sentiero del Principe da Este a Calaone di Baone Sentiero del Principe da Este a Calaone di Baone Sentiero del Principe da Este a Calaone di Baone Sentiero del Principe da Este a Calaone di Baone Sentiero del Principe da Este a Calaone di Baone Sentiero del Principe da Este a Calaone di Baone Sentiero del Principe da Este a Calaone di Baone Sentiero del Principe da Este a Calaone di Baone Sentiero del Principe da Este a Calaone di Baone Sentiero del Principe da Este a Calaone di Baone Sentiero del Principe da Este a Calaone di Baone