escursionismo > rifugi
rifugio Vazzoler

rifugi alpini malghe agriturismo, bivacchi e rifugi Cai Club Alpino Italiano

Piccole Dolomiti, Carega e Sengio Alto
rifugio alpino Revolto  Selva di Progno (VR)
 alt.1336 - Testata Val Rivolto (Carega, Piccole Dolomiti)
web www.rifugiorevolto.it
tel. 0457847039
Cai Bosco Chiesanuova
rifugio Mario Fraccaroli  Ala (TN)
 alt.2238 - Cima Carega (Carega, Piccole Dolomiti)
Gps N45 43 24.5 E11 07 43.8
web www.rifugiofraccaroli.it
tel. 0457050033
Cai Verona
rifugio Pompeo Scalorbi  Ala (TN)
 alt.1767 - passo Pelagatta (Carega, Piccole Dolomiti)
web www.rifugioscalorbi.it
tel. 0457847029
Ana Verona
rifugio alpino Toni Giuriolo a Campogrosso  Recoaro Terme (VI)
 alt.1450 - Campogrosso (Sengio Alto, Piccole Dolomiti)
Gps N45 43 43.8 E11 10 25.6
web www.rifugiocampogrosso.com
tel. 044575030
Privato
rifugio Malga Coni Zugna
 alt.1616 - Corni di Zugna (Carega, Piccole Dolomiti)
web www.rifugiomontezugna.it
tel. 0464917959
Comune di Rovereto gestione ass.ne Amici dello Zugna
rifugio Passo Pertica  Ala (TN)
 alt.1530 - passo Pertica (Carega, Piccole Dolomiti)
tel. 0457847011
Privato
rifugio Boschetto  Selva di Progno (VR)
 alt.1151 - Val Revolto, Giazza (Carega, Piccole Dolomiti)
web www.rifugioboschetto.it
tel. 0457847005
Privato
bar ristoranti al Pian delle Fugazze  Vallarsa (TN)
 alt.1170 (Pian delle Fugazze, Piccole Dolomiti)
Gps N45 45 38.3 E11 10 22.7
Privato
rifugio Piccole Dolomiti  Recoaro Terme (VI)
 alt.1136 - Guardia di Campogrosso (Sengio Alto, Piccole Dolomiti)
tel. 044575257
Privato
bivacco G.Pedrinolla al Sinel  Ala (TN)
 alt.1990 - alta val Pinez (Carega, Piccole Dolomiti)
web www.satala.it
Sat Ala
malga Baffelan  Valli del Pasubio (VI)
 alt.1475 (Sengio Alto, Piccole Dolomiti)
Gps N45 43 50.4 E11 11 39.6
malga Campogrosso  Recoaro Terme (VI)
 alt.1430 - Alpe di Campogrosso (Sengio Alto, Piccole Dolomiti)
Privato
malga Prà Cornetto  Valli del Pasubio (VI)
 alt.1100 (Sengio Alto, Piccole Dolomiti)
ex rifugio Schio  Recoaro Terme (VI)
 alt.1136 - Campogrosso (Sengio Alto, Piccole Dolomiti)
Cai Vicenza a richiesta chiavi presso Cai Vicenza

totale: 14

prealpi Venete

Tesino, Lagorai, Cima d'Asta

Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi

Dolomiti

prealpi Friulane, alpi Carniche e Giulie

download (formati .gpx e .kmz) - principali punti d'interesse (Poi), rifugi e cime
  • il formato .kmz è per Google Earth e presuppone che sia installato l'omonimo programma
  • il formato .gpx è un formato d'interscambio tra i vari formati .gps ed è adatto ad essere scaricato direttamente sui navigatori gps oppure visualizzato con appositi programmi di gestione delle tracce gps come BaseCamp di Garmin, o altri
sezioni Cai, Ana, Sat, Avs, sezioni speleo, gruppi escursionistici
  Fie - Federazione Italiana Escursionismowww.fieitalia.it
  Cai sezioni Venetewww.caiveneto.it
BL-32021   AgordoCai Agordowww.caiagordo.it
BL-32041   Auronzo di CadoreCai Auronzowww.caiauronzo.it
BL-32100   BellunoCai, Gruppo Grotte Solvewww.caibelluno.it
BL-32100   BellunoCai Bellunowww.caibelluno.it
BL-32100   BellunoAna sez. di Bellunowww.belluno.ana.it
BL-32042   Calalzo di CadoreAna Cadorewww.ana.it/sezioni/cadore/
BL-32042   Calalzo di CadoreCai Calalzo di Cadorewww.caicalalzo.it
BL-32040   Comelico Superiore loc.CasamazzagnoCai Valcomelicocaivalcomelico.blogspot.com
BL-32043   Cortina d'AmpezzoCai Cortina d'Ampezzowww.caicortina.org
BL-32040   Domegge di CadoreCai Domegge di Cadorewww.caidomegge.it
BL-32032   FeltreAna sez. di Feltrewww.feltre.ana.it
BL-32032   FeltreCai Feltrewww.caifeltre.it
BL-32032   FeltreGruppo Grotte Cai Feltrewww.caifeltre.it
BL-32020   Livinallongo del Col di LanaCai Livinallongo AVS Buchensteinwww.liadamont.it
BL-32013   LongaroneCai Longaronepiazza I Novembre
BL-32040   Lorenzago di CadoreCai Lorenzagocailorenzago.jimdo.com
BL-32040   Lozzo di CadoreCai Lozzopiazza IV Novembre
BL-32044   Pieve di CadoreCai Pieve di Cadorewww.caipievedicadore.org
BL-32046   San Vito di CadoreCai San Vito di Cadorewww.caisanvitodicadore.it
BL-32047   SappadaCai Sappadawww.caisappada.org
BL-32012   Val di ZoldoCai Val di Zoldovia Roma, 10 - Forno di Zoldo
BL-32040   Vigo di CadoreCai Vigovia IV Novembre, 3
BZ-39030   BadiaLia da Munt Ladinia Val Badiawww.liadamunt.info
BZ-39100   BolzanoCai Alto Adigewww.caialtoadige.com
BZ-39031   BrunicoCai Brunicowww.caibrunico.it
BZ-39048   Selva di ValgardenaCai Val Gardenastr. Raiser 22
GO-34170   GoriziaCai Goriziawww.caigorizia.it
GO-34074   MonfalconeCai Monfalconewww.caimonfalcone.org
PD-35012   CamposampieroCai Camposampiero
PD-35013   CittadellaAna Alpini Cittadellawww.alpinicittadella.it
PD-35013   CittadellaCai Cittadellawww.caicittadella.it
PD-35042   EsteCai Estewww.caieste.org
PD-35100   PadovaCai sezione di Fiume
PD-35100   PadovaCai Padovawww.caipadova.it
PD-35100   PadovaCai, Gruppo Speleologico Padovanowww.caipadova.it
PD-35124   PadovaAna sez. di Padovawww.ana.it/sezioni/padova/
PD-35028   Piove di SaccoAna gruppo Piove di Saccowww.anapiove.it
PN-33080   CimolaisCai Cimolaiscimolais.it/cai-cimolais
PN-33080   ClautCai Clautwww.caiclaut.it
PN-33170   PordenoneAna Alpini Pordenonewww.alpini-pordenone.it
PN-33170   PordenoneCai Pordenonecaipordenone.it
PN-33077   SacileCai Sacilewww.caisacile.org
PN-33078   San Vito al TagliamentoCai San Vito al Tagliamentowww.caisanvito.it
PN-33090   Tramonti di SopraCai Sottosezione Valtramontinawww.caispilimbergo.com
PN-33090   Tramonti di SopraAna Sottosezione Valtramontinawww.alpini-pordenone.it
RO-45026   LendinaraCai Trecenta (Lendinara)www.caitrecenta.it
RO-45100   RovigoCai Rovigowww.cairovigo.it
TN-38061   AlaSat Alawww.satala.it
TN-38060   AvioSat Aviowww.satavio.it
TN-38051   Borgo ValsuganaSat Borgowww.satborgo.it
TN-38060   BrentonicoSat Brentonicowww.satbrentonico.com
TN-38032   CanazeiSat Alta Val di FassaCampitello - Chesa dela Guides
TN-38030   CavaleseSat Cavalesewww.satcavalese.it
TN-38057   Pergine ValsuganaSat Perginewww.satpergine.it
TN-38036   Pozza di FassaSat Pozza di FassaMeida - c/o sede Ana
TN-38037   PredazzoCai Fiamme Giallewww.fiammegialle.org
TN-38066   Riva del GardaSat Riva del Gardawww.satrivadelgarda.it
TN-38068   RoveretoSat Roveretowww.satrovereto.it
TN-38038   TeseroSat Teserowww.sat-tesero.it
TN-38100   TrentoSat Società Alpinisti Tridentiniwww.sat.tn.it
TS-34121   TriesteSocietà Alpina delle Giulie040.630464 via Donota, 2
TS-34125   TriesteCai - Società XXX Ottobre040.635500 via C.Battisti, 22
TS-34145   TriesteClub Alpinistico Triestino - Gruppo Grotte040.8331133 via Carnaro, 21
TV-31033   Castelfranco VenetoCai Castelfranco Venetowww.caicastelfranco.it
TV-31015   ConeglianoAna sez. di Coneglianowww.anaconegliano.it
TV-31015   ConeglianoCai Coneglianowww.caiconegliano.it
TV-31044   MontebellunaCai Montebellunawww.caimontebelluna.it
TV-31044   MontebellunaGruppo Naturalistico BellonaMuseo Civico - via Piave 51
TV-31045   Motta di LivenzaCai Motta di Livenzawww.caimotta.it
TV-31040   Nervesa della BattagliaGruppo Naturalistico Montellianovia Bombardieri del Re, 7
TV-31046   OderzoCai Oderzowww.piavelivenza.it
TV-31046   OderzoCai, Gruppo Speleologico Opiterginovia Comunale di Fratta, 35
TV-31053   Pieve di SoligoCai Pieve di Soligowww.caipievedisoligo.it
TV-31047   Ponte di PiaveCai Ponte di Piave-Salgaredawww.piavelivenza.it
TV-31020   San Polo di PiaveCai San Polowww.caisanpolo.it
TV-31027   SpresianoCai Spresiano0422.880391 via dei Giuseppini, 24
TV-31100   TrevisoCai Trevisowww.caitreviso.it
TV-31100   TrevisoAna sez. di Trevisowww.treviso.ana.it
TV-31100   TrevisoGruppo Grotte Trevisovia S.Bona Nuova, 52/a
TV-31049   ValdobbiadeneGruppo Grotte Valdobbiadenesepiazza Marconi, 12
TV-31149   ValdobbiadeneAna sez. di Valdobbiadenevia Mazzini, 55
TV-31029   Vittorio VenetoCai Vittorio Venetowww.caivv.it
TV-31029   Vittorio VenetoGruppo Speleologico Cai Vittorio Venetowww.caivv.it
TV-31029   Vittorio VenetoAna sez. di Vittorio Veneto0438.500099 via della Seta, 57
UD-33052   Cervignano del FriuliCai Cervignano del Friuli
UD-33043   Cividale del FriuliCai Cividale del Friulipiazzale Patriarcato, 22
UD-33033   CodroipoCai Codroipo
UD-33020   Forni AvoltriCai Forni Avoltrivia Romanin, 13
UD-33024   Forni di SopraCai Forni di Sopravia Vittorio Veneto, 9
UD-33013   Gemona del FriuliCai Gemona del Friuliwww.caigemona.it
UD-33085   ManiagoCai Maniagovia Colvera, 99/a
UD-33044   ManzanoCai Manzano
UD-33015   Moggio UdineseCai Moggio Udinesevia Nadorie
UD-33016   PontebbaCai Pontebbapiazza del Popolo, 13
UD-33020   RavasclettoCai Ravascletto
UD-33097   SpilimbergoCai Spilimbergowww.caispilimbergo.com
UD-33018   TarvisioCai TarvisioCasella Postale 102
UD-33028   TolmezzoCai Tolmezzo0433.41410 via C.Battisti, 4
UD-33100   UdineSocietà Alpina Friulanavia B.Odorico, 3
VE-30048   ChioggiaCai Chioggia
VE-30031   DoloCai Dolowww.caidolo.it
VE-30035   MiranoCai Mirano sez.'A.Azzolini'www.caimirano.it
VE-30026   PortogruaroCai Portogruarowww.comunediportogruaro.org/cai
VE-30027   San Donà di PiaveCai San Donà di Piavewww.caisandona.it
VE-30100   VeneziaEquipe Veneziana di RicercaCannaregio 3774
VE-30121   VeneziaCai Veneziawww.caivenezia.it
VE-30124   VeneziaAna sez. di Veneziawww.venezia.ana.it
VE-30171   Venezia-MestreCai Mestrewww.caimestre.it
VE-30175   Venezia-MestreGruppo Grotte San Marco041.987339 via Zanotto, 23
VI-36071   ArzignanoCai Arzignano
VI-36012   AsiagoAna Asiago - sez. Monte Ortigarawww.anaasiago.it
VI-36012   AsiagoCai Altipianowww.caiasiago.it
VI-36012   AsiagoGruppo Speleologico Settecomunivia Matteotti (ex scuole)
VI-36061   Bassano del GrappaCai Bassano del Grappawww.caibassanograppa.com
VI-36061   Bassano del GrappaGruppo Speleologico Geo-Cai Bassanowww.caibassanograppa.com
VI-36061   Bassano del GrappaAna sez. di Bassano del Grappa0424.503650 Ponte degli Alpini
VI-36043   Camisano VicentinoCai Camisanowww.caicamisano.it
VI-36031   DuevilleCai Duevillevia Roma, 24
VI-36045   LonigoCai Lonigo0444.833846 via Castelgiuncoli
VI-36034   MaloGruppo Speleologi Cai Malovia Cardinal de Lai, 2
VI-36034   MaloCai Malo
VI-36063   MarosticaCai Marostica e Sandrigowww.caimarostica.it
VI-36063   MarosticaAna sez. di Marosticawww.anamarostica.it
VI-36054   Montebello VicentinoCai Montebello Vicentino
VI-36075   Montecchio MaggioreCai Montecchio Maggiore
VI-36025   Noventa VicentinaCai Noventawww.cainoventa.it
VI-36076   Recoaro TermeCai Recoaro Termewww.cairecoaroterme.it
VI-36015   SchioCai Schiowww.caischio.it
VI-36015   SchioGruppo Grotte Cai Schiowww.caischio.it
VI-36016   ThieneCai Thiene0445.365160 via San Gaetano, 1
VI-36078   ValdagnoCai Valdagnowww.caivaldagno.it
VI-36078   ValdagnoAna sez. di Valdagnowww.valdagno.ana.it
VI-36020   ValstagnaGruppo Grotte Giara Modonwww.gggmodon.it
VI-36100   VicenzaGruppo Grotte G.Trevisiol - Cai Vicenzawww.caivicenza.it
VI-36100   VicenzaClub Speleologico Proteo VicenzaVillaggio del Sole
VI-36100   VicenzaAna sez. di Vicenzawww.vicenza.ana.it
VI-36100   VicenzaCai Vicenzawww.caivicenza.it
VI-36100   VicenzaGiovani Escursionisti Vicentiniwww.gev-vicenza.com
VR-37021   Bosco ChiesanuovaCai Lessinia - Bosco Chiesanuovapiazza della Chiesa, 34
VR-37013   Caprino VeroneseCai Caprino Veronese
VR-37030   Montecchia di CrosaraGruppo Speleologico Montecchiapiazza Castello
VR-37047   San BonifacioCai San Bonifaciowww.caisanbonifacio.it
VR-37029   San Pietro in CarianoCai San Pietro in Cariano045.6801299 via Campostrini, 56 - Pedemonte
VR-37039   TregnagoCai Tregnago sez. 'Ettore Castiglioni'045.6500109 vicolo Carlo Cipolla, 20
VR-37122   VeronaGruppi Alpinistici Naturalistici Veronesivia Teatro Ristori, 3 - c/o G.A.O.
VR-37138   VeronaGruppo Amici della Montagnavia C.Colombo
VR-37100   VeronaGruppo Attività Speleologica Veronesevia Monte Nero, 2
VR-37121   VeronaCentro Ricerche Naturalistiche Monti Lessinivicolo Riva S.Lorenzo, 1
VR-37129   VeronaGruppo Grotte Falchivia S.Toscana, 11
VR-37129   VeronaGruppo Speleologico Cai Veronawww.caiverona.it
VR-37129   VeronaCai Veronawww.caiverona.it
VR-37129   VeronaCai Verona - gruppo 'Cesare Battisti'www.cesarebattisti.org
VR-37122   VeronaAna sez. di Veronawww.verona.ana.it
VR-37100   VeronaUnione Speleologica Veronesevia Bionde - Forte Chievo

totale: 156

Club Alpino Italiano - commissione centrale rifugi
Estratto dal regolamento generale dei rifugi (approvato nel 1992, aggiornato nel 1997)
art. 1) Finalità, definizione ed identificazione.
[...] In relazione alle specifiche caratteristiche costruttive e funzionali connesse alla funzionalità alpinistica, come preventivamente individuate e riconosciute dalla Commissione centrale rifugi e opere alpine, le strutture di proprietà del Sodalizio o delle singole Sezioni o dalle stesse gestite sono definite ed indicate come:

a) Rifugi e Rifugi Alpini: strutture ricettive sorte per rispondere alle esigenze di carattere alpinistico ed escursionistico gestite o custodite ed aperte al pubblico stagionalmente, convenientemente predisposte ed organizzate per dare ospitalità e possibilità di sosta, ristoro, pernottamento e servizi connessi. Dotate di separati locali ad uso del Gestore/Custode e - di norma - di un locale invernale con accesso indipendente per il ricovero di fortuna ed attrezzate sufficientemente per il primo intervento di soccorso.

b) Punti di appoggio: strutture fisse generalmente ricavate con modesti interventi di restauro e recupero di esistenti edifici tipici dell'ambiente montano quali casere, baite, malghe non più utilizzate, purché agibili, al fine di salvaguardare un aspetto del paesaggio tradizionale della montagna.
Ubicate in posizione intermedia tra il fondo valle e i rifugi alpini, devono consentire il ricovero ad alpinisti ed escursionisti, con una attrezzatura semplice, ma indispensabile al pernottamento, con eventuale dotazione di materiale da cucina e di riscaldamento. Raggiungibili esclusivamente a piedi con sentieri o mulattiere, escludendo quindi strade rotabili o impianti di risalita, hanno la funzione di punti di appoggio e di transito lungo itinerari in media quota, alte vie, traversate. Le Sezioni proprietarie si devono interessare direttamente per la loro permanente apertura e per la perfetta manutenzione, nonché delle condizioni igieniche, di pulizia estesa agli spazi adiacenti al Punto di appoggio. Sono escluse funzioni di gestione per servizi di fornitura cibi e bevande.

c) Bivacchi fissi: costruzioni, per lo più di tipo prefabbricato, monolocali di modeste dimensioni con capienza normalmente non superiore ai 15 posti, generalmente ubicati nelle zone più elevate delle catene montuose, frequentate per alpinismo classico, quali basi prossime agli attacchi delle vie di salita o lungo percorsi alpinistici di quota. Sono strutture incustodite e aperte in permanenza, attrezzate con quanto essenziale per il riparo di fortuna degli alpinisti.

d) Ricoveri di emergenza: sono strutture incustodite e aperte in permanenza, senza alcuna attrezzatura. Utilizzate quale sosta di emergenza.

e) Capanne sociali: ricavata da immobile esistente, purché agibile, con interventi di ristrutturazione. Disponibilità in via esclusiva da parte di una Sezione in qualità di proprietaria oppure a titolo di possesso o comunque con diritto d'uso. E dotata di attrezzatura semplice, conforme ai requisiti igienico-sanitari di base ed è tutelata l'esigenza della prevenzione incendi. è generalmente chiusa con le chiavi reperibili presso la Sezione. Viene considerata quale Sede sociale estiva di una Sezione e può essere utilizzata per soggiorni di soci o incontri intersezionali. Per la sua realizzazione non è previsto l'iter per i nuovi rifugi, con richiesta di deroga di cui al successivo art. 3, bensì è prevista la procedura semplificata di cui all'allegato 3 punto D del Regolamento Commissione centrale rifugi e opere alpine. Non è soggetta all'applicazione del Tariffario, poiché la gestione è limitata all'ambito associativo. Ha diritto di esporre lo stemma del Club Alpino Italiano all'esterno. è inserita in uno specifico elenco.
art. 2) Classificazione dei rifugi.
In relazione alla posizione topografica, finalità alpinistiche-escursionistiche, particolari condizioni d'ambiente (anche stagionali), quota, difficoltà di accesso e conseguenti fattori economici di gestione, la Commissione centrale rifugi ed opere alpine conferisce alle strutture ricettive di cui all'art. 1/a distinte categorie. Tale classificazione viene determinata ad uso esclusivo interno del Sodalizio.
  • I gruppo : rifugi
    • Categoria A rifugi raggiungibili con strada rotabile o comunque ubicati in prossimità di questa. Per questi rifugi è ammessa una differente classificazione per il periodo invernale qualora la situazione ambientale risulti condizionare la possibilità di rifornimento.
    • Categoria B rifugi raggiungibili con mezzo meccanico di risalita in servizio pubblico, escluse le sciovie, o comunque ubicati in prossimità dello stesso.
  • II gruppo : rifugi alpini
    Categorie C, D, E rispettivamente, in relazione alla situazione locale con particolare riferimento alla quota, alla durata e difficoltà di accesso, nonché all'incidenza del sistema normalmente adottato per i rifornimenti.
    Per la categoria C è ammessa la divisione in sottocategorie.
  • III gruppo : punti d'appoggio, bivacchi fissi, ricoveri di emergenza, capanne sociali.
    Per le loro specifiche caratteristiche non comportano alcuna classificazione.
art. 4) Custodia.
Tutti i rifugi si intendono normalmente custoditi durante i previsti periodi stagionali di apertura; negli altri periodi restano agibili e sempre aperti - ove esistono - i 'locali invernali', convenientemente dotati per un ricovero di emergenza.
Per i rifugi che dovessero diventare incustoditi, le Sezioni competenti devono dare tempestiva notizia, diffusa a fondo valle ed anche tramite le pubblicazioni sociali ed altri mezzi ritenuti idonei.
Le Sezioni provvederanno analogamente qualora un compendio, per qualsiasi causa, dovesse diventare inagibile.
I ricoveri, i bivacchi ed i punti di appoggio in genere, si intendono sempre aperti ed atti a permettere, a chi vi trova riparo, il pernottamento di fortuna.
art. 9) Attrezzatura pronto soccorso.
Le Sezioni devono dotare i loro rifugi di una cassetta di 'Pronto soccorso e medicazione' costantemente aggiornata, nonché di una barella di soccorso e, in caso di apertura invernale, di pale e sonde da valanga. Ciò indipendentemente dalle specifiche attrezzature in dotazione del Corpo nazionale soccorso alpino speleologico eventualmente affidate in custodia e per le quali, comunque, dovrà essere riservato adeguato spazio.
I rifugi debbono disporre, nelle immediate vicinanze, di una piazzola - convenientemente sistemata ed opportunamente segnalata - idonea all'atterraggio di elicotteri in azione di soccorso.
art. 11) Apertura stagionale dei rifugi - Segnalazione.
In relazione all'andamento stagionale ed alla situazione dei luoghi, d'intesa con il Gestore/Custode, la Sezione fissa il periodo di apertura stagionale del rifugio e provvede a darne notizia.
Al fine di facilitare l'individuazione del rifugio e quale dimostrazione della sua apertura, il Gestore/Custode ha l'obbligo di esporre dall'alba al tramonto la bandiera nazionale, oppure in caso di scarsa visibilità avrà cura di tenere accesa all'esterno un'apposita luce od opportuni segnali acustici.
art. 12) Prenotazioni pernottamenti.
Le prenotazioni per i pernottamenti non possono complessivamente coprire l'intera capacità ricettiva del rifugio e possono considerarsi valide solo se accettate. Le prenotazioni accettate restano valide - salvo patto contrario - sino alle ore 18.00 dopodiché i posti saranno assegnati seguendo l'ordine di arrivo degli alpinisti/escursionisti.
Resta salvo il diritto di precedenza, a titolo gratuito, per gli infortunati ed i componenti delle squadre del Corpo Nazionale Soccorso Alpino in azione di soccorso. E' data facoltà alle Sezioni di regolamentare contrattualmente e secondo esigenze locali, sia le modalità di prenotazione dei pernottamenti che le precedenze nell'assegnazione degli stessi (Soci Cai, equiparati, ecc.).
Il Gestore/Custode si adopererà, in ogni caso, per assicurare a tutti i presenti la possibilità di un pernottamento di fortuna od almeno il ricovero, facendo conto sul loro spirito di adattamento.
Nei bivacchi e nei rifugi non custoditi per le loro specifiche caratteristiche di strutture atte al pernottamento e riparo di di emergenza è vietata una permanenza prolungata se non motivata da condizioni atmosferiche tali da impedire il prosieguo dell'ascensione o il ritorno a valle.
art. 13) Riunioni-Pubblicità.
Le riunioni nei rifugi debbono essere autorizzate dalle Sezioni di appartenenza: potranno essere autorizzate soltanto riunioni, convegni, ecc. di carattere alpinistico sociale.
All'interno dei rifugi è assolutamente vietata l'esposizione di cartelli pubblicitari, nonché di manifesti, giornali murali e simili, se non stampati a cura del Cai e la vendita di oggetti non attinenti all'attività svolta dal Sodalizio.
E' permesso esporre soltanto quadri, sculture, fotografie, disegni, ecc. di interesse alpinistico.
art. 14) Tariffario.
A ciascuna categoria di rifugi corrisponde un apposito "Tariffario stagionale", comprendente quote fissate dalla Commissione centrale rifugi ed opere alpine e prezzi stabiliti dalle Sezioni di appartenenza dei rifugi.
Il tariffario (con l'indicazione della Sezione di appartenenza, dell'Ispettore del rifugio e del Gestore/Custode, e firmato dal Presidente della Sezione) deve essere obbligatoriamente affisso in ogni rifugio, in posizione di immediata, chiara visione e consultazione.
Durante il periodo di chiusura i Gestori/Custodi, con il consenso della Sezione, ma sotto la loro responsabilità, possono riaprire i rifugi a richiesta di singoli alpinisti o di gruppi di alpinisti; in tal caso saranno concordate tra le parti speciali condizioni di tariffa.
Nei rifugi incustoditi, nelle capanne e nei punti di appoggio il pagamento degli eventuali contributi per pernottamento e consumi di combustibile e/o di provviste dovrà essere effettuato in conformità delle apposite norme stabilite e affisse dalle Sezioni competenti.
art. 15) Comportamento nei rifugi.
Chi entra in un rifugio deve ricordare che è ospite del Club Alpino Italiano: sappia dunque comportarsi come tale e regoli la sua condotta in modo da non recare disturbo agli altri. Non chieda più di quello che il rifugio (in quanto tale) e il Gestore/Custode possono offrire. Il Gestore/Custode deve ricordare che il rifugio del Cai è la casa degli alpinisti: sappia dunque renderla ospitale ed accogliente, sia cordiale ed imparziale con tutti.
Dalle ore 22 alle ore 6 il Gestore/Custode deve far osservare assoluto silenzio e farsi parte diligente per eliminare qualsiasi rumore e disturbo.
Nei rifugi muniti d'impianto d'illuminazione dalle ore 22 deve essere tenuto acceso solo il "notturno".
Dalla stessa ora il servizio è limitato alla sola ricezione degli ospiti, salvo grave e giustificata eccezione.
L'ospite deve rispettare eventuali divieti (o limitazioni d'uso di locali ed attrezzature) indicati da speciali avvisi esposti a cura della Sezione, d'intesa con il Gestore/ Custode. Resta comunque vietato l'accesso ai locali di riposo calzando scarpe pesanti ed utilizzando sistemi di illuminazione e fornelli a fiamma libera.
E' inoltre vietato fumare nelle camere e nei locali adibiti alla consumazione dei pasti. Non si possono introdurre animali nei rifugi.
All'interno del rifugio o sue dipendenze e nelle vicinanze non è permesso l'uso di apparecchi radiotelevisivi, giradischi, apparecchi di amplificazione, ecc. Il Gestore/Custode può utilizzare apparecchi radiotelevisivi esclusivamente nei locali a lui riservati.
art. 16) Trattamento Soci.
Nei limiti stabiliti dalla Commissione Centrale Rifugi ed Opere Alpine, i Soci del Cai fruiscono di trattamento differenziato rispetto ai non Soci.
La qualifica di Socio del Cai deve essere provata mediante tempestiva esibizione della relativa tessera, debitamente munita di fotografia, in regola con il bollino dell'anno in corso o recante la stampigliatura 'vitalizio'.
I componenti le squadre del Corpo Nazionale Soccorso Alpino in azione, e gli appartenenti alle Forze Armate ed alle Forze dell'Ordine in servizio comandato in zona, sono equiparati ai Soci del Cai
Ai Soci dei Sodalizi aderenti all'U.I.A.A. va applicato il trattamento di reciprocità. I predetti Soci debbono esibire la tessera del Club di appartenenza, valida per l'anno in corso e regolarmente munita di fotografia.
art. 17) Prezzi.
Nei rifugi del Club Alpino non esiste obbligo di consumazione.
I prezzi riportati nel tariffario ufficiale esposto sono comprensivi di tutti i servizi e prestazioni, dell'I.V.A. e di qualsiasi altra imposta e tassa.
I Gestori/Custodi non possono, per nessuna ragione, maggiorare i prezzi indicati nel tariffario o richiedere contributi aggiuntivi per servizi o prestazioni già previste dal tariffario stesso. I servizi e le prestazioni si intendono conformi alle particolari condizioni di luogo e di ambiente.
Esclusivamente i non Soci che consumano, anche parzialmente, viveri propri, restano soggetti al pagamento di un corrispettivo, fissato dal Tariffario, per l'uso del posto a tavola all'interno del rifugio, quale contributo per il servizio di riassetto e smaltimento rifiuti.
Il supplemento al prezzo del pernottamento per il riscaldamento dei locali di riposo durante la stagione estiva è dovuto ogni qualvolta, in relazione alle condizioni climatiche, il Gestore/Custode ritenga opportuno procedere all'accensione degli appositi sistemi di riscaldamento.
In caso di apertura invernale il Tariffario fissa l'aumento percentuale da applicare ai prezzi esposti, quale corrispettivo per il servizio continuo di riscaldamento di tutti i locali del rifugio.
II Gestore/Custode deve provvedere al rilascio dello scontrino fiscale o della ricevuta fiscale, redatta a norma di legge, con la indicazione delle somministrazioni e dei servizi forniti.
Qualora venga esposto reclamo alla Sezione di appartenenza dovrà essere allegato il predetto fatturale.
art. 18) Telefono.
Nei rifugi dotati di impianto telefonico pubblico, l'uso del telefono si intende limitato dalle ore 6 alle ore 22, salvo gravi e giustificate eccezioni. Hanno, in ogni caso, precedenza le comunicazioni richieste dal Corpo Nazionale Soccorso Alpino e quelle di servizio per il rifugio. Il Gestore/Custode è tenuto alla scrupolosa applicazione delle tariffe ufficiali e non può, per nessuna ragione, richiedere contributi aggiuntivi per detto servizio. [...]
art. 19) Libro dei visitatori.
Chi entra in un rifugio è invitato a firmare il "libro dei visitatori", indicando chiaramente la provenienza e la meta successiva: se compie ascensioni od escursioni impegnative è invitato a darne previo e preciso avviso al Gestore/Custode mediante opportuna scheda.
Tale comunicazione è indispensabile per eventuali azioni di ricerca o di soccorso.
art. 20) Conservazione.
La conservazione delle strutture ricettive, del loro arredamento e delle attrezzature in dotazione, con speciale riguardo a quelle incustodite, è affidata al comportamento degli alpinisti, informato allo spirito del Cai ed alle regole della civile e corretta convivenza.
Chi ha utilizzato un locale invernale, un punto di appoggio, un ricovero od un bivacco, prima di allontanarsi, provveda al suo riassetto ed in particolare all'asporto dei rifiuti nonché ad assicurarsi sulla perfetta chiusura della struttura.
Chi, anche involontariamente, abbia recato danno all'immobile, all'arredo od alle attrezzature, oltre che a prendere immediatamente tutti gli opportuni provvedimenti per impedirne l'aggravamento, è tenuto a darne pronto avviso al Gestore/Custode, all'Ispettore od alla Sezione di appartenenza, nonché a provvedere al risarcimento del danno.
inoltre...
L'osservanza ed il rispetto del presente Regolamento sono affidati all'etica alpinistica individuale ed agli ideali tradizionali del Club Alpino Italiano.
Ogni violazione alle norme e procedure contenute nel presente documento sarà perseguito ai sensi dell'art. 27 del Regolamento generale del Club Alpino Italiano.
E' d'obbligo l'uso del sacco-lenzuolo personale in tutti i rifugi senza alcuna eccezione.

Club Alpino Italiano - commissione centrale rifugi

Tutela dell'ambiente montano (Tam)

Il Club Alpino Italiano, fin dalla sua fondazione, si è proposto il compito statutario di diffondere l'interesse per i territori montani, riconoscendo l'importanza della montagna come ambiente naturale di profondo valore e significato e la validità della presenza umana in essa, (essendo del resto quasi tutta la montagna italiana marcata da antropizzazione più o meno spiccata), purché concepita nel quadro di un nuovo rapporto tra l'uomo stesso e l'ambiente naturale: in modo cioè da trovare un nuovo equilibrio tra l'esigenza della conservazione di tale ambiente e quella d'un armonioso sviluppo della società umana che vi è inserita.

A tutti i frequentatori il dovere di un comportamento responsabile nei confronti di tale prezioso patrimonio.

Non lasciamo quindi tracce - visibili o nascoste - del nostro passaggio.
Riporre sempre nello zaino ogni rifiuto. Ricordiamoci che molte sostanze, pur essendo biodegradabili, non si volatilizzano nello spazio di poche ore, ma restano sul posto, anche per una intera stagione, con grave detrimento della qualità del paesaggio.
Non depositare mai le proprie immondizie nei contenitori dei rifugi, ma anzi, prima di scendere, segnalare al gestore la propria disponibilità a portar via, nello zaino ormai semivuoto, una certa quantità di rifiuti comuni.

bibliografia sentieri, escursionismo, trekking, rifugi alpini
titoloautoreedizione
Guida ai rifugi del Caiautori vari2018 - Solferino Libri
I 50 rifugi più belli del Friuli Venezia GiuliaS.Ardito2015 - Iter Edizioni
Rifugi alpini ed escursionistici del Trentino occidentaleL.Navarini2015 - Edizioni 31
Guida ai rifugi del Caiautori vari2014 - Cai (anche in e-Book)
Rifugi alpini ed escursionistici del Trentino orientaleL.Navarini2013 - Edizioni 31
Guida ai rifugi del TrentinoM.Benedetti, R.Decarli2013 - Panorama Edizioni
Guida ai rifugi delle Dolomiti.
Veneto, Friuli Venezia Giuglia, Trentino Alto Adige
R.Zanolli2009 - Dario De Bastiani
Rifugi della Provincia di BellunoC.Avoscan, F.Francescon2006 - Provincia Belluno
Da rifugio a rifugio - Dolomiti occidentaliG.Buscaini, C.Ferrari1979 - Tci-Cai