Dolomiti > Marmolada > rifugio O.Falier
Marmolada

rifugio O.Falier all'Ombretta - Rocca Pietore, Marmolada Dolomiti

escursione da Malga Ciapela al rifugio O.Falier al Vallon d'Ombretta in Marmolada

Il rifugio Falier, posto su di un ripiano dove la val d'Ombreta si biforca nei valloni d'Ombretola e nell'alto vallon d'Ombreta, è uno dei 'templi' mondiali dell'alpinismo.
Le immense pareti sud della Marmolada incombono proprio sopra il rifugio con muri perfettamente verticali ed estremamente lisci alti più di ottocento metri.
Incutono timore, indubbiamente, ed anche fascino estremo, come estreme le vie su queste pareti.
rif.Falier, Marmolada Il luogo, molto noto agli escursionisti, è comunque lontano dalle resse turistiche tipiche degli altri posti famosi delle Dolomiti.
La salita è un già un buon 'filtro' e il rifugio raggiungibile solamente con le proprie gambe.
L'affascinante luogo è silenzioso ed ameno, seppur racchiuso tra incombenti e molto austere strutture rocciose.

D'estate, nel periodo di apertura estiva del rifugio, è un brulicare di escursionisti che fanno tappa prima di affrontare la dura salita dell'Ombretta per il rifugio Contrin o il più selvaggio passo d'Ombrettola, e di alpinisti stracarichi di tintinnanti attrezzature intenti a scrutare e confabulare di passaggi e difficoltà.

E poi viene l'autunno e, chiusa la funivia e chiusi bar e alberghi, si dissolve la ressa di traffico e turisti e Malga Ciapela diviene luogo desolato e apparentemente abbandonato.
In attesa della stagione invernale e di nuove resse e 'caroselli', la montagna è lasciata alle nuvole, alle nebbie, ai silenzi, ai colori, e generosa offre doni meravigliosi ai solitari camminatori.
La salita al rifugio Falier per un normale escursionista è facile e tranquilla.

Specie in autunno, non avendo ambizioni di mete impegnative, la salita va affrontata proprio per ascoltare il silenzo assordante della natura, per la musica delle cascate d'acqua in sottofondo, e per cadere nell'estasi accecante dei colori.
E' il tripudio di tutte le sfumature tra il verde e il rosso.

Dal piazzale di Malga Ciapela raggiungere il Camping e l'agriturismo malga Ciapela lungo la stradina asfaltata.
Superato il ponticello segue la stradina sterrata che presenta alcune rampe molto ripide e raggiunge il bivio per il vallone di Forca Rossa. Per i più intraprendenti vi è la possibilità di una scorciatoia più impegnativa.
Si continua a salire guadagnando in fretta quota sulla grande costola rocciosa che sostiene il Valon d'Ombreta.
Un tratto esposto non pone problemi, la stretta stradina è abbondantemente protetta con un parapetto di corde metalliche.

Si guadagna il grande labbro roccioso, con grandi massi erranti, che un tempo faceva da diga al probabile acquitrino (o lago) dell'alta valle e si entra nel grande vallone dove si trova subito malga Ombretta.
Per un sentierino a mezzacosta, attraversando valloncelli e frane, si guadagna l'alto pulpido dove si trova il rifugio.
rifugio O.Falier all'Ombretta, Marmolada Dolomiti rifugio O.Falier all'Ombretta, Marmolada Dolomiti rifugio O.Falier all'Ombretta, Marmolada Dolomiti rifugio O.Falier all'Ombretta, Marmolada Dolomiti rifugio O.Falier all'Ombretta, Marmolada Dolomiti rifugio O.Falier all'Ombretta, Marmolada Dolomiti rifugio O.Falier all'Ombretta, Marmolada Dolomiti rifugio O.Falier all'Ombretta, Marmolada Dolomiti rifugio O.Falier all'Ombretta, Marmolada Dolomiti rifugio O.Falier all'Ombretta, Marmolada Dolomiti rifugio O.Falier all'Ombretta, Marmolada Dolomiti rifugio O.Falier all'Ombretta, Marmolada Dolomiti rifugio O.Falier all'Ombretta, Marmolada Dolomiti rifugio O.Falier all'Ombretta, Marmolada Dolomiti rifugio O.Falier all'Ombretta, Marmolada Dolomiti rifugio O.Falier all'Ombretta, Marmolada Dolomiti rifugio O.Falier all'Ombretta, Marmolada Dolomiti rifugio O.Falier all'Ombretta, Marmolada Dolomiti rifugio O.Falier all'Ombretta, Marmolada Dolomiti rifugio O.Falier all'Ombretta, Marmolada Dolomiti rifugio O.Falier all'Ombretta, Marmolada Dolomiti rifugio O.Falier all'Ombretta, Marmolada Dolomiti rifugio O.Falier all'Ombretta, Marmolada Dolomiti rifugio O.Falier all'Ombretta, Marmolada Dolomiti rifugio O.Falier all'Ombretta, Marmolada Dolomiti rifugio O.Falier all'Ombretta, Marmolada Dolomiti rifugio O.Falier all'Ombretta, Marmolada Dolomiti rifugio O.Falier all'Ombretta, Marmolada Dolomiti rifugio O.Falier all'Ombretta, Marmolada Dolomiti rifugio O.Falier all'Ombretta, Marmolada Dolomiti rifugio O.Falier all'Ombretta, Marmolada Dolomiti rifugio O.Falier all'Ombretta, Marmolada Dolomiti rifugio O.Falier all'Ombretta, Marmolada Dolomiti rifugio O.Falier all'Ombretta, Marmolada Dolomiti rifugio O.Falier all'Ombretta, Marmolada Dolomiti rifugio O.Falier all'Ombretta, Marmolada Dolomiti rifugio O.Falier all'Ombretta, Marmolada Dolomiti rifugio O.Falier all'Ombretta, Marmolada Dolomiti rifugio O.Falier all'Ombretta, Marmolada Dolomiti rifugio O.Falier all'Ombretta, Marmolada Dolomiti rifugio O.Falier all'Ombretta, Marmolada Dolomiti rifugio O.Falier all'Ombretta, Marmolada Dolomiti
rifugio O.Falier all'Ombretta, Marmolada Dolomiti
escursione da Malga Ciapela al rifugio O.Falier Vallon d'Ombretta in Marmolada
doveDolomiti, massiccio della Marmolada
parkfunivia Malga Ciapela m.1450 (Rocca Pietore, Belluno) - coord. N.46°25'39.2"  E.11°54'39.7"
ricoveri rifugio O.Falier all'Ombretta (m.2080)(tel.0437.722005) - coord. N.46°25'29.1'  E.11°51'45.5"
malga Ombretta (m.1924) - N.46°25'28.1'  E.11°52'50.7"
agriturismo malga Ciapela (m.1540) - N.46°25'20.0'  E.11°53'38.3"
motivipaesaggistici
quandoestate o, preferibilmente, in autunno
lunghezza6,5+6,5 km. a/r
altitudinetra i 1.450 e i 2.100 metri di quota
tempi2-2,30 ore la salita, 1,30 ore la discesa, soste escluse
sentieriCai n.610
orientamentofacile, stradina e mulattiere evidenti
dislivello650 m.
difficoltàescursione facile (Cai=E)
esposizioneil tratto esposto è protetto con parapetto di corde d'acciaio
pericolipericolo valanghe in inverno - inizio primavera
nordic walking non adatto, stradina troppo ripida, molto utili i bastoncini da escursionismo
ciaspolenon adatto, pericolo valanghe, praticato lo sci-alpinismo
mountain bikenon consigliabile, ma si può tentare fino alla malga Ombretta, stradina molto difficile (in alto stretta e pericolosa) con rampe estreme - solo per specialisti
cartografiafoglio 007 - Alta Badia, Arabba, Marmolada - 1.25:000 - Ed. Tabacco Udine
foglio 015 - Marmolada, Pelmo, Civetta, Moiazza - 1.25:000 - Ed. Tabacco Udine (o altre)
ricognizione16 ottobre 2010
visualizzavisualizza con Google/Earth
downloadwaypoints e traccia Gps dell'escursione
informazioni
gps walk

passo Fedaia e lago Fedaia

Una strada incide il versante nord della Marmolada, è la strada del Fedaia (m.2097), tra Canazei (Val di Fassa - Trento), Rocca Pietore e Caprile (Val Pettorina, Alleghe, Belluno) e accarezza il l'omonimo lago artificiale che raccoglie le acque del ghiacciaio.
Ben nota ai ciclisti è la salita da Rocca Pietore. Circa 1000 metri di dislivello, durissimo il rettilineo tra Malga Ciapela e 'Capanna Bill', gli interminabili tre chilometri al 18% di pendenza, ma anche i successivi tornanti sono molto duri. Numerose le escursioni possibili : dalle classiche puntate ai rifugi 'O. Falier' (m.2074) e 'Contrin' (m.2016), al passo d'Ombretta (m.2700), alle ferrate, al ghiacciaio del versante nord.
A Sottoguda di Rocca Pietore è da vedere l'impressionante canyon dei Serai di Sottoguda.
Alla punta Rocca (m.3250) si può salire con la funivia di Malga Ciapela.

rifugio Onorio Falier all'Ombretta, Cai di Venezia

La prima costruzione risale al 1911, qualche anno dopo venne requisita dall'esercito per le eroiche operazioni militari sulla Marmolada e fu sede di comando di Compagnia. Venne pesantemente colpito dall'artiglieria austro-ungarica. Nei pressi si trovano ancora alcuni ricoveri in galleria (visitabili).
A malga Ciapela al Gran Pian (ora agriturismo, non il piazzale funivia), vi era un ospedale da campo e sede logistica, poco lontano una teleferica che doveva raggiungere il Vallon Serauta.
Il rifugio venne ricostruito a fine anni '30 dal Cai di Venezia con il contributo della famiglia Falier.

note

La visita al canyon dei Serrai di Sottoguda, compreso anche il passaggio in bicicletta solo a senso unico in salita, è a pagamento.