Bassano > Rubbio > CavaDipinta
Cave di Rubbio, Cava Dipinta

Rubbio di Bassano del Grappa

Cava dipinta e cava abitata a Rubbio di Bassano del Grappa (Altopiano di Asiago)

Rubbio : itinerario d'arte sui resti di attività estrattive.
Cava dipinta, cava abitata, cava laboratorio.
Opera, ormai celebre, dell'artista bassanese Toni Zarpellon.

Si tratta di quattro anfiteatri rocciosi, creati dall'escavazione della pregiata pietra calcarea, ripuliti dall'artista e trasformati in opera d'arte a partire dai primi anni ottanta.
Rubbio - cava dipinta
Ognuna delle cave ha un tema : la prima, e più famosa e affascinante, è la cava dipinta.

Sfruttando le asperità rocciose ed il materiale di risulta del lavoro di cava, l'artista vi ha dipinto una serie di facce ed animali stilizzati.

E' un caleidoscopio di colori e di allegorie sfavillanti.
Cave di Rubbio, Cava Dipinta Cave di Rubbio, Cava Dipinta Cave di Rubbio, Cava Dipinta Cave di Rubbio, Cava Dipinta Cave di Rubbio, Cava Dipinta Cave di Rubbio, Cava Dipinta Cave di Rubbio, Cava Dipinta Cave di Rubbio, Cava Dipinta Cave di Rubbio, Cava Dipinta Cave di Rubbio, Cava Dipinta Cave di Rubbio, Cava Dipinta Cave di Rubbio, Cava Dipinta Cave di Rubbio, Cava Dipinta Cave di Rubbio, Cava Dipinta Cave di Rubbio, Cava Dipinta Cave di Rubbio, Cava Dipinta Cave di Rubbio, Cava Dipinta Cave di Rubbio, Cava Dipinta Cave di Rubbio, Cava Dipinta Cave di Rubbio, Cava Dipinta Cave di Rubbio, Cava Dipinta Cave di Rubbio, Cava Dipinta Cave di Rubbio, Cava Dipinta Cave di Rubbio, Cava Dipinta Cave di Rubbio, Cava Dipinta Cave di Rubbio, Cava Dipinta Cave di Rubbio, Cava Dipinta Cave di Rubbio, Cava Dipinta Cave di Rubbio, Cava Dipinta Cave di Rubbio, Cava Dipinta
Nella seconda, detta cava abitata, l'artista ha operato una serie di installazioni di serbatoi e marmitte di automobili, opportunamente trattati e sagomati, che richiamano facce e figure umane.

Il colpo d'occhio è davvero impressionante, una specie di bolgia infernale dove anime straziate urlano il loro dolore.

La sensazione che si prova è di estrema tristezza, sofferenza e solitudine, in mezzo a questa popolazione di fantasmi scavati dalle più profonde e nascoste pieghe delle nostre anime.

Più avanti altre installazioni e dipinti completano il breve itinerario.
Cave di Rubbio - cava abitata Cave di Rubbio - cava abitata Cave di Rubbio - cava abitata Cave di Rubbio - cava abitata Cave di Rubbio - cava abitata Cave di Rubbio - cava abitata Cave di Rubbio - cava abitata Cave di Rubbio - cava abitata Cave di Rubbio - cava abitata Cave di Rubbio - cava abitata Cave di Rubbio - cava abitata Cave di Rubbio - cava abitata Cave di Rubbio - cava abitata Cave di Rubbio - cava abitata Cave di Rubbio - cava abitata Cave di Rubbio - cava abitata Cave di Rubbio - cava abitata Cave di Rubbio - cava abitata Cave di Rubbio - cava abitata Cave di Rubbio - cava abitata Cave di Rubbio - cava abitata Cave di Rubbio - cava abitata Cave di Rubbio - cava abitata Cave di Rubbio - cava abitata Cave di Rubbio - cava abitata Cave di Rubbio - cava abitata

Raggiungere Rubbio - altipiano di Asiago Sette Comuni, in comune di Bassano del Grappa


Rubbio è un piccolissimo paesino assolato a mille metri di quota, battuto dal vento, posto sull'estremo promontorio sud/est dell'Altipiano di Asiago. Si protende verso Bassano del Grappa e la pianura come un'immensa prua di una nave e, data la sua posizione, offre paesaggi dagli orizzonti sconfinati e dalla luce abbagliante. Nei giorni limpidi si può dominare pressochè tutta la pianura Veneta, da Vicenza alla laguna di Venezia e al mare che si distingue distintamente e fino all'appennino Bolognese. Verso nord/est si distinguono il Grappa, le Pale di San Martino e il Lagorai.

Il paesino è diviso amministrativamente tra i comuni di Bassano del Grappa, Marostica e Conco.

Si raggiunge facilmente da Bassano del Grappa seguendo la statale per Asiago fino alla località di Tortima (fraz. di Conco) dove, a destra (indicazioni), si dirama una strada, sempre in salita, ma senza altri tornanti, che porta alle prime case del paese dove, ad un caratteristico ed ampio tornante, proseguendo dritti (indicazioni con tabella in legno 'cava dipinta') si arriva alla nostra meta. Si parcheggia l'auto lungo la strada e in un piccolo parcheggio a fianco di un riparo in cemento, subito dopo le imponenti installazioni delle antenne televisive Rai. Sono circa 20 km. da Bassano a Rubbio e circa un km. dal paese al parcheggio per la cava.

Provenendo da Asiago, si prende la stradina asfaltata che si dirama a sinistra in prossimità di 'Bocchetta Galgi', sulla statale che scende verso Bassano del Grappa, seguendo le indicazioni per 'Biancoia' e continuando per la tortuosa stradina fino a Rubbio, dove al tornante in fondo al paese si prosegue come sopra.

Dal parcheggio, in pochi minuti di facile passeggiata, si scende la ripida stradina asfaltata e poi per il sentiero per la prima delle cave e quindi alle altre.

Data la ormai fama dell'opera, la domenica pomeriggio il luogo è un pullulare di viavai di visitatori, prestandosi in maniera ottimale come breve gita pomeridiana.

Nei pressi non ci sono locali di ristoro, solo in paese vi sono un paio di ristoranti/bar.