Feltrino > Croce d'Aune > rifugio Dal Piaz > monte Pavione
Vette Feltrine, rifugio G. Dal Piaz

rifugio Giorgio Dal Piaz, Vette Feltrine - Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi

salita da Croce d'Aune al rifugio Giorgio Dal Piaz

Croce d'Aune (Sovramonte e Pedavena), Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi
passo Croce d'Aune, rifugio Giorgio Dal Piaz, Vette Grandi, monte Pavion, busa di Monsanpian e di Cavaren
Una delle mete più conosciute e frequentate del feltrino è la spettacolare salita al rifugio Giorgio Dal Piaz.
Partendo dal passo Croce d'Aune l'escursione risulta essere già abbastanza impegnativa, dovendo superare un dislivello di 1000 metri e una discreta lunghezza, nonché tratti piuttosto ripidi di scorciatoie della stradina militare.
La classica evoluzione estiva del tempo, da queste parti, prevede cielo splendido al mattino, l'addensarsi di nuvoloni e fredde nebbie nel primo pomeriggio e spettacolari serate limpidissime con tramonti indimenticabili.
Il primo impatto con il mondo delle Vette è emozionante e sorprende per queste balze erbose e le quinte rocciose.

Tuttavia il rifugio è solamente la porta d'ingresso dell'incredibile, e relativamente sconosciuto, mondo delle Vette di Feltre.
Partendo dal rifugio, con buone camminate si possono scoprire angoli davvero affascinanti, dolcissimi e allo stesso tempo tenebrosi, raccolti e grandiosi, assolati e nebbiosi, dove verdissime praterie si alternano a bianchi macereti sassosi.
Sempre e comunque luoghi solitari dove dominano il suono del vento ed il silenzio.

Ha dell'incredibile la salita al Pavion, la piramidale sommità di queste balze, stupisce per i silenzi e la solitudine la Busa di Monsampian, meraviglia la Busa delle Vette Grandi, detta per l'appunto Busa delle Meraviglie.

E' il fantastico mondo che ci hanno lasciato le grandi glaciazioni quaternarie, un angolo ancora del tutto intatto.

Vette Feltrinesalita al rifugio Dal Piaz ed escursione ai circhi glaciali delle Vette Grandi

Itinerario facile e molto piacevole, ma abbastanza lungo e con un notevole dislivello. Consigliabile un discreto allenamento per godere la splendida camminata su questo fantastico balcone panoramico dalle imprevedibili condizioni di luce.

E' anche la porta principale, e più facile, di accesso al fantastico e straordinario mondo delle Vette di Feltre, caratterizzato da ampi circhi glaciali.
Un mondo di luce, ameni paesaggi, pascoli favolosi e una ricchissima vegetazione floreale con rari endemismi residui delle grandi glaciazioni, luogo molto caro ai geologi e botanici di fine ottocento, come Giorgio Dal Piaz professore di geologia dell'Università di Padova.

Senza tema di smentita è una delle più straordinarie escursioni che si possano compiere nello straordinario mondo delle Vette e delle Dolomiti Feltrine. Senz'altro uno degli itinerari da non perdere e che resterà indimenticabile in chi lo percorre.

in dettaglio

Il sentiero è del tutto evidente ed è la scorciatoia della stradina (ex militare, grande guerra) che in circa 10 km. sale al passo delle Vette Grandi, nei pressi del quale si trova il bel rifugio Giorgio Dal Piaz in posizione panoramica davvero notevolissima.
La salita per la stradina è un bell'itinerario praticabile anche in mountain bike.

Si parcheggia nel piazzale di passo Croce d'Aune (m.1.050) facilmente raggiungibile da Feltre passando per Pedavena.
In alternativa si può salire da Fonzaso imboccando la strada sulla destra subito dopo la prima lunga galleria della statale per Fiera di Primiero. Oltrepassato paesino di Faller svoltare per il Col Falcon per scendere infine brevemente al passo Croce d'Aune.

Dal passo Croce d'Aune inizia la camminata salendo per la stradina verso nord a fianco della chiesetta. Poco dopo vi è la prima tabella del sentiero (provvidenziale fontana), che inizia a salire verso sinistra (al centro la stradina) e s'inoltra nel bosco.
Il tratto nel bosco è abbastanza ripido, ma più che altro spesso scivoloso, tuttavia molto piacevole. Interseca più volte la stradina e sbuca ad un caratteristico tornante della stradina, dove si trova la sbarra.

Vette Feltrine Ora il sentiero si stacca decisamente dal percorso della stradina e sale diritto per poi compiere una svolta ad angolo retto e, con diversi altri tornanti piuttosto ripidi, mano a mano esce dal bosco e s'affaccia alle zone di prati con vaste estensioni di erike e rododendri.
Si arriva al grosso blocco di cemento di ancoraggio della (ex) teleferica del rifugio che si può vedere ancora altissimo.

Proseguire brevemente per la stradina per poi prendere le ripidissime scorciatoie su placconate rocciose che portano alla cresta. Il panorama diviene spettacolare. Da ultimo, per la stradina o per altre scorciatoie erbose si arriva all'agognato rifugio.
Aperto in stagione, Cai Feltre, m.1.993, in salita da ore 1:30 a 3:00 ore o più a seconda dell'allenamento.

salita al monte Pavion (Pavione)(m.2.335)

La seconda parte dell'escursione mira alla lunga salita al monte Pavion. E' un percorso notevolissimo e di grandissima soddisfazione.

Si attacca verso sinistra la cresta che parte dal passo delle Vette Grandi (100 metri dal rifugio).
E' una cresta erbosa da un lato, ma ripidissima, mentre dall'altro vi sono le alte balze rocciose sulla Busa delle Vette. Il tratto è davvero entusiasmante.
Dopo una breve discesa si attacca l'erboso versante sud e, lungamente e con numerosi tornanti, si perviene alla forcella sotto la piramidale cima del Pavion. Il paesaggio si apre anche sul versante nord e si distinguono il Primiero e le Pale di San Martino.
Da ultimo un ripido sentiero mira alla cima.

Per la discesa si ritorna brevemente verso l'ultima sella percorsa all'andata dove a metà della salita, verso destra (sud), un facile ghiaione, ma davvero impressionante per la ripidità, conduce alla sottostante stradina della busa di Cavaren.
Altra possibilità consiste nel seguire la cresta che scende (ovest) al passo Pavione e quindi sentiero e stradina per la busa di Monsampian e Cavaren.

Verso sinistra per la lunga e pianeggiante stradina, anche qui notevolissimi gli aspetti naturalistici e paesaggistici, si ritorna al rifugio Dal Piaz.

Oltre le Vette... Feltrine - circhi glaciali Buse delle Vette Feltrine, Monte Pavion

Nelle foto gli scorci tra il rifugio Giorgio Dal Piaz, la Busa delle Vette Grandi, le Vette Grandi, il monte Pavion, la busa di Cavaren.
Nell'affascinante mondo delle buse, tracce ancor vistose del mondo dei ghiacciai quaternari e rari endemismi floreali.
Le condizioni climatiche e di luce cambiano rapidamente in pochi minuti. Sole bruciante o giochi di nebbie, ma sempre orizzonti straordinari.
E' il magico mondo dei grandi spazi, del sole bruciante, delle nebbie e dei giochi di nuvole, dei cambi di luce improvvisi, del vento, delle grandissime praterie e delle superbe fioriture, delle grandiose sassaie lisciate e trasformate in forme geometriche dai ghiacciai.
E' il magico mondo delle Vette di Feltre, che nessuna foto può rendere appieno.
rifugio Giorgio Dal Piaz rifugio Giorgio Dal Piaz rifugio Giorgio Dal Piaz rifugio Giorgio Dal Piaz rifugio Giorgio Dal Piaz rifugio Giorgio Dal Piaz rifugio Giorgio Dal Piaz rifugio Giorgio Dal Piaz rifugio Giorgio Dal Piaz rifugio Giorgio Dal Piaz rifugio Giorgio Dal Piaz rifugio Giorgio Dal Piaz rifugio Giorgio Dal Piaz rifugio Giorgio Dal Piaz rifugio Giorgio Dal Piaz rifugio Giorgio Dal Piaz rifugio Giorgio Dal Piaz rifugio Giorgio Dal Piaz rifugio Giorgio Dal Piaz rifugio Giorgio Dal Piaz rifugio Giorgio Dal Piaz rifugio Giorgio Dal Piaz rifugio Giorgio Dal Piaz rifugio Giorgio Dal Piaz rifugio Giorgio Dal Piaz rifugio Giorgio Dal Piaz rifugio Giorgio Dal Piaz rifugio Giorgio Dal Piaz rifugio Giorgio Dal Piaz rifugio Giorgio Dal Piaz
rifugio Giorgio Dal Piaz e monte Pavion - Vette Feltrine rifugio Giorgio Dal Piaz e monte Pavion - Vette Feltrine rifugio Giorgio Dal Piaz e monte Pavion - Vette Feltrine rifugio Giorgio Dal Piaz e monte Pavion - Vette Feltrine rifugio Giorgio Dal Piaz e monte Pavion - Vette Feltrine rifugio Giorgio Dal Piaz e monte Pavion - Vette Feltrine rifugio Giorgio Dal Piaz e monte Pavion - Vette Feltrine rifugio Giorgio Dal Piaz e monte Pavion - Vette Feltrine rifugio Giorgio Dal Piaz e monte Pavion - Vette Feltrine rifugio Giorgio Dal Piaz e monte Pavion - Vette Feltrine rifugio Giorgio Dal Piaz e monte Pavion - Vette Feltrine rifugio Giorgio Dal Piaz e monte Pavion - Vette Feltrine rifugio Giorgio Dal Piaz e monte Pavion - Vette Feltrine rifugio Giorgio Dal Piaz e monte Pavion - Vette Feltrine rifugio Giorgio Dal Piaz e monte Pavion - Vette Feltrine rifugio Giorgio Dal Piaz e monte Pavion - Vette Feltrine rifugio Giorgio Dal Piaz e monte Pavion - Vette Feltrine rifugio Giorgio Dal Piaz e monte Pavion - Vette Feltrine rifugio Giorgio Dal Piaz e monte Pavion - Vette Feltrine rifugio Giorgio Dal Piaz e monte Pavion - Vette Feltrine rifugio Giorgio Dal Piaz e monte Pavion - Vette Feltrine rifugio Giorgio Dal Piaz e monte Pavion - Vette Feltrine rifugio Giorgio Dal Piaz e monte Pavion - Vette Feltrine rifugio Giorgio Dal Piaz e monte Pavion - Vette Feltrine rifugio Giorgio Dal Piaz e monte Pavion - Vette Feltrine rifugio Giorgio Dal Piaz e monte Pavion - Vette Feltrine rifugio Giorgio Dal Piaz e monte Pavion - Vette Feltrine rifugio Giorgio Dal Piaz e monte Pavion - Vette Feltrine
Monte Pavione - Vette Feltrine Monte Pavione - Vette Feltrine Monte Pavione - Vette Feltrine Monte Pavione - Vette Feltrine Monte Pavione - Vette Feltrine Monte Pavione - Vette Feltrine Monte Pavione - Vette Feltrine Monte Pavione - Vette Feltrine Monte Pavione - Vette Feltrine Monte Pavione - Vette Feltrine Monte Pavione - Vette Feltrine Monte Pavione - Vette Feltrine
Vette Feltrine Vette Feltrine Vette Feltrine Vette Feltrine Vette Feltrine Vette Feltrine Vette Feltrine Vette Feltrine Vette Feltrine Vette Feltrine Vette Feltrine Vette Feltrine Vette Feltrine Vette Feltrine Vette Feltrine Vette Feltrine Vette Feltrine Vette Feltrine
Parco Nazionale Dolomiti BellunesiVette Feltrine
Croce d'Aune, rifugio Giorgio Dal Piaz, monte Pavion
dovepasso Croce d'Aune (m.1.015), Sovramonte e Pedavena (Belluno)
montegruppo delle Vette di Feltre nel Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi
parkpasso Croce d'Aune (m.1.020) - coord. N.46°03'43.3" E.11°49'46.1"
luoghipasso Croce d'Aune, rifugio G. Dal Piaz, passo Vette Grandi, monte Pavion, busa Monsampian, busa de Cavaren
motivipaesaggistici, naturalistici, fotografici
quandodalla tarda primavera fino al primo inverno e alle prime nevicate
lunghezza10 km. a/r rif. Dal Piaz per sentieri e scorciatoie
20 km. a/r seguendo integralmente la stradina ex-militare
8 km. la salita al monte Pavion
tempi2,30 ore la salita al rif. Dal Piaz (per scorciatoie) e 1,30 la discesa, 2 ore la salita al monte Pavion e 1 ora la discesa, soste escluse
orientamentofacile, evitare la salita al Pavion in caso di nebbia, non uscire assolutamente dai sentieri tracciati perché anche prati apparentemente innocui possono celare insidiosissimi e pericolosi salti di roccia
quotamin.m.1.000 (passo Croce d'Aune) / m. 2.000 (rif. G. Dal Piaz) / max.m.2.335 (monte Pavion)
dislivellom.1.000 la salita al rifugio, m.400 la salita dal rifugio alla cima del monte Pavion
tipologiasentieri, scorciatoie molto ripide, stradina sterrata, creste erbose
segnaleticasegnaletica Cai, sentiero Cai n.801 (Altavia n.2)
difficoltàfacile ma lungo e con notevole dislivello, escursionistico (Cai=E), per escursionisti allenati
esposizionele aeree creste erbose per la salita al monte Pavion richiedono attenzione per la ripidità dei pendii laterali
pericolinessuno ma prestare molta attenzione nelle creste erbose, zona particolarmente soggetta a violenti temporali estivi pomeridiani
ricoveririfugio Giorgio Dal Piaz (m.1.993, Cai Feltre) - tel.0439.9065
www.rifugiodalpiaz.com - coord. N.46°05'20.9" E.11°50'32.3"
nordic walkingadatto per la stradina, tuttavia lunghezza e dislivello sono notevoli ed esagerati
joggingadatto per la stradina, tuttavia lunghezza e dislivello sono notevoli ed esagerati, per runners allenati
ciaspolesì dal rifugio verso le buse di Monsampian e delle Vette Grandi, la salita al rifugio se troppo innevata può essere molto pericolosa per valanghe
mtbla salita al rif. Dal Piaz è, in assoluto, una delle più belle escursioni in mountain bike
bdcclassica la salita al passo Croce d'Aune da Feltre o da Sovramonte e anche da Faller
ricognizionevarie e numerose, dal 1980 al 2016
riferimentirifugio Giorgio Dal Piaz, Cai Feltre - www.rifugiodalpiaz.com
cartografiafoglio n.023, Alpi Feltrine Le Vette Cimonega - Tabacco 1:25.000
downloadtraccie Gps dell'escursione e itinerario interattivo con Google/Earth
gps walk nw ciaspe mtb parks
rifugio Giorgio Dal Piaz alle Vette di Feltre


escursione Croce d'Aune, Vette Feltrine, rifugio G. Dal Piaz

nota importante

I dati presenti in questo sito hanno il solo scopo informativo di studio e preparazione delle proprie gite.
Frequentare la montagna è attività potenzialmente pericolosa e chi la svolge lo fa a proprio rischio e pericolo.
Si consiglia l'iscrizione al Cai (Club Alpino Italiano) che promuove la cultura alpina e svolge attività sociali di escursionismo e alpinismo, inoltre l'iscrizione comporta una assicurazione sul soccorso alpino e trattamento sociale nei rifugi Cai, oltre a sconti su numerosi prodotti e pubblicazioni.

- MagicoVeneto non è responsabile di attività commerciali, rifugi, bivacchi, agriturismo, strutture, sentieri.
- MagicoVeneto declina ogni responsabilità derivante dall'utilizzo di informazioni e itinerari presenti nel sito.

Informarsi in loco circa la percorribilità dei sentieri e di contattare gestori di rifugi e proprietari di attività commerciali per avere informazioni di prima mano e apertura dei rifugi.
Raccomandiamo, sempre e comunque, prudenza e attenzione valutando attentamente le proprie capacità tecniche e fisiche. Sguardo sempre attento all'evoluzione del tempo, rispetto per la natura. Riportiamo a casa i nostri rifiuti e non lasciamo traccia del nostro passaggio.