Vicentino > MediaPianuraVicentina
Rampazzo di Camisano

percorso cicloturistico della Media Pianura Vicentina

anello cicloturistico nella campagna vicentina: Camisano, Poiana di Granfion, Sarmego, Torri di Quartesolo, Quinto, Valproto, Grantortino, Rampazzo, Camisano

Un giro in bicicletta nel cuore più profondo della campagna veneta che diviene una scoperta sfolgorante su di un territorio che credavamo orribilmente compromesso da strade, autostrade, traffico, capannoni, centri commerciali, periferia e degrado, e tante altre brutture e che invece uscendo tra i campi, grazie a questa meraviglia di itinerario ciclabile, scopriamo ancora relativamente integro, stupendo, affascinante.
E' uno spaccato del tempo che fu, una immersione nell'ottocento e perfino nel settecento, quando la campagna vicentina era uno dei territori più belli 'costruiti' dall'uomo, funzionale al lavoro e alla vita agricola. Estremo esempio di equilibrio 'ecologico' diremmo ora, risultato di intelligenza ed esperienza contadina millenaria, di lavoro intelligente e degno dell'artigiano, di furbi mugnai, e di tutti quei personaggi che popolavano questa campagna tra Vicenza e Padova.
E a questo disegno ha contribuito, in maniera non indifferente, la genialità del Palladio che su questa terra ha le sue radici.

Un territorio che, nonostante le predazioni ottocentesche e novecentesche, da Napoleone agli Austriaci ai Savoia, nonostante gli scempi di deficenti ignorantissimi geometri e architetti novecenteschi, è ancora uno scrigno di opere d'arte e di architettura. Anche il più apparentemente insignificante oratorio di campagna ha una lunga storia da raccontare, spesso risalente al medioevo.
Ne è simbolo la chiesa di Rampazzo, sconosciuto paesino di pochi abitanti, che si ritrova un bellissimo quadro di Giambattista Tiepolo. Il paese infatti era una grande tenuta agricola dei conti Thiene che commissionarono al grande Maestro, che in quel periodo lavorava per loro agli affreschi di villa Valmarana 'ai Nani' a Vicenza, la tela dell'oratorio dedicato a San Gaetano, loro parente.
Ne sono esempio le numerose ville, in molte si nota la mano palladiana, che donano un'incredibile eleganza alle tenute agricole. E poco lontano la maestosa villa Contarini a Piazzola sul Brenta, la villa Almerico Capra 'la Rotonda' a Vicenza.

Quello che stupisce ancora di più in questo itinerario è l'incredibile groviglio di canalette, rogge e fiumi, sempre copiosi di acqua di risorgiva, un vero labirinto inestricabile e indecifrabile.
E questo spiega il divagare zizagante della ciclabile, costretta dai sinuosi percorsi dei corsi d'acqua e il percorso possibile grazie ai numerosi ponticelli appositamente costruiti. Capiamo il motivo delle risaie e dei prati stabili, dei mulini ad acqua, degli allevamenti bovini e delle 'famose' proteste degli allevatori a Vancimuglio.

il percorso in dettagio - anello in senso orario

Per la descrizione di questo giro partiamo, e teniamo come luogo di riferimento, Camisano Vicentino.
E' evidente che l'anello si può effettuare partendo da qualsiasi paese attraversato, ed anche partendo da Vicenza città, Torri di Quartesolo è oramai periferia della città del Palladio.
Molto consigliabile, anche, partire da Piazzola sul Brenta, cittadina famosissima per l'imponente Villa Contarini, e raggiungere Poiana di Granfion percorrendo un interessante tratto dell'Ostiglia. L'anello, infatti, si aggancia alla pista ciclabile 'Ostiglia', la Treviso-Ostiglia, e quindi al trevigiano e all'alto padovano, con la quale costituisce di fatto un interessantissimo reticolo di vie ciclabili.

percorso cicloturistico della Media Pianura Vicentina Essendo un anello è chiaro che l'itinerario può essere percorso anche in senso antiorario, anzi vale la pena percorrere l'escursione in entrambi i sensi.
Tranne per qualche piccola e veniale ingenuità la segnaletica è sempre chiara e precisa, risolvendo efficacemente l'orientamento di un percorso molto complesso e vario.

Partiamo dal centro di Camisano (mercato di domenica...) e raggiungiamo la rotonda sulla strada Camisana (sud), la prima dopo il semaforo, vicina al grande serbatoio dell'acquedotto, dove troviamo la prima tabella del percorso.
Usciti dal quartiere ci inoltriamo subito nella campagna, la stradina sterrata raggiunge l'argine della roggia Poina (quella che passa in centro a Camisano) che subito dopo s'innesta sul fiume Ceresone. Il tratto, nella campagna con sullo sfondo i colli Euganei, è bellissimo e arriviamo al ponte dell'Ostiglia sul Ceresone (collegamento con la pista ciclabile 'Ostiglia'), in breve siamo dietro la chiesa di Poiana di Granfion.

Un tratto lungo la provinciale fino al Cimitero dove svoltiamo a destra (tabelle), raggiungiamo la strada da Camisano e saliamo sul grande cavalcavia ferroviario, sul colmo del quale prendiamo la strada 'Ferramosca' (Barbano) che si dirama a destra.
Lasciamo strade asfaltate e trafficate e percorriamo un lungo tratto sterrato ai piedi dell'autostrada A4. Nonostante l'autostrada (qui sopraelevata) a pochi metri di distanza la tratta è tranquilla, anzi offre alcuni scorci di campagna molto belli e con molti canali d'acqua.
Sbuchiamo a Sarmego (simpatico bar all'incrocio)(eventuale digressione sulla destra per la chiesa) e svoltiamo a sinistra contornando il recinto della villa e poi a destra lungo la canaletta a fianco dell'Oratorio e della villa Godi Piovene.
Il luogo è affascinante e paesaggisticamente pregevolissimo.

Prendiamo il vialone alberato e poi per una stradina a destra per la Risarona. Segue una serie indecifrabile di passaggi tra le varie canalette d'acqua, si capisce ora il motivo delle risaie, attraversiamo la strada di Grumolo delle Abbadesse e proseguiamo fino ad arrivare a pochi metri dalla statale Padova-Vicenza, con sul lato opposto il grande centro commerciale Le Piramidi. A fianco dell'ultima casa, quasi a ridosso della statale, un sentierino permette di raggiungere il sottopasso della rotonda stradale e di sbucare tra le case di Torri di Quartesolo. Percorriamo tutta la pista-marciapiede fino al centro del paese, interessante la villa e la chiesa parrocchiale, e subito dopo al grande ponte sul fiume Tesina.

Saliamo sull'argine, da dove possiamo ammirare un'altra villa e le arcate palladiane del ponte, e percorriamo un lunghissimo tratto sterrato dell'argine (destra orografica), sottopassando ferrovia e autostrada Valdastico, con splendide vedute sulla campagna con sullo sfondo il Pasubio e l'Altopiano di Asiago.
Dopo il lungo tratto solitario nella campagna giungiamo al vivace borgo di Quinto Vicentino, noto per villa Thiene, sede comunale, dall'impronta palladiana.

Percorriamo un lungo tratto di pista ciclabile a fianco della strada per Gazzo Padovano, alla rotonda di via Pontinovi svoltiamo verso Valproto.
Senza raggiungere il centro del piccolo paese, prendiamo una strada che con lunghe tratte nell'aperta campagna, intervallate da inevitabili canalette d'acqua e ponticelli, conduce a Grantortino di Gazzo.
Lasciato il paese, verso est per un tratto di strada per poi prendere (diritto) la stradina Capilane, raggiungiamo Rampazzo di Camisano.

Verso destra la chiesa parrocchiale che nel suo piccolo, giusto per non farsi mancar niente..., custodisce una delle più belle tele d'altare di Giambattista Tiepolo.
Lasciato Rampazzo per dirigere verso Camisano ci aspetta un tratto entusiasmante di passaggi tra un inestricabile labirinto di rogge d'acqua per guadagnare l'argine della Poina.
Ed eccoci al quartiere e agli impianti sportivi e di nuovo in centro a Camisano Vicentino.

digressioni e luoghi d'interesse nei dintorni

  • Camisano Vicentino: torre medioevale
  • Camisano Vicentino: Oratorio di Sant'Andrea
  • Bevadoro: Torre Rossa e ruderi del mulino sul fiume Ceresone
  • Piazzola sul Brenta: villa Contarini
  • Poiana di Granfion: mulino sul fiume Ceresone
  • Grisignano di Zocco: villa Magrin
  • Barbano: villa Ferramosca
  • Sarmego: villa Godi Piovene
  • Vancimuglio: villa Chiericati Porto Rigo
  • Grumolo delle Abbadesse: villa Lioy
  • Torri di Quartesolo: villa Da Porto Slaviero
  • Torri di Quartesolo: villa Da Porto Rigon
  • Torri di Quartesolo: ponte Palladiano sul fiume Tesina
  • Vicenza: Villa Almerico Capra 'La Rotonda'
  • Quinto Vicentino: villa Thiene
  • Quinto Vicentino: villa Tacchi
  • Villalta: villa De Tacchi
  • Isola Mantegna: villa La Colombina
  • Presina: villa Paccagnella
  • Grantortino: villa Tacchi
  • Rampazzo: chiesa parrocchiale con tela di San Gaetano Thiene opera di Giambattista Tiepolo
greenway Treviso-Ostiglia a Poiana di Granfion ponte palladiano sul fiume Tesina a Torri di Quartesolo villa Thiene a Quinto Vicentino corsi d'acqua minori a Camisano Vicentino
anello cicloturistico Media Pianura Vicentina anello cicloturistico Media Pianura Vicentina anello cicloturistico Media Pianura Vicentina anello cicloturistico Media Pianura Vicentina anello cicloturistico Media Pianura Vicentina anello cicloturistico Media Pianura Vicentina anello cicloturistico Media Pianura Vicentina anello cicloturistico Media Pianura Vicentina anello cicloturistico Media Pianura Vicentina anello cicloturistico Media Pianura Vicentina anello cicloturistico Media Pianura Vicentina anello cicloturistico Media Pianura Vicentina anello cicloturistico Media Pianura Vicentina anello cicloturistico Media Pianura Vicentina anello cicloturistico Media Pianura Vicentina anello cicloturistico Media Pianura Vicentina anello cicloturistico Media Pianura Vicentina anello cicloturistico Media Pianura Vicentina anello cicloturistico Media Pianura Vicentina anello cicloturistico Media Pianura Vicentina anello cicloturistico Media Pianura Vicentina anello cicloturistico Media Pianura Vicentina anello cicloturistico Media Pianura Vicentina anello cicloturistico Media Pianura Vicentina anello cicloturistico Media Pianura Vicentina anello cicloturistico Media Pianura Vicentina anello cicloturistico Media Pianura Vicentina anello cicloturistico Media Pianura Vicentina anello cicloturistico Media Pianura Vicentina anello cicloturistico Media Pianura Vicentina anello cicloturistico Media Pianura Vicentina anello cicloturistico Media Pianura Vicentina anello cicloturistico Media Pianura Vicentina anello cicloturistico Media Pianura Vicentina anello cicloturistico Media Pianura Vicentina
giro cicloturistico Media Pianura Vicentina - Camisano, Grisignano di Zocco, Grumolo delle Abbadesse, Torri di Quartesolo, Quinto Vic.no, Gazzo Padovano giro cicloturistico Media Pianura Vicentina - Camisano, Grisignano di Zocco, Grumolo delle Abbadesse, Torri di Quartesolo, Quinto Vic.no, Gazzo Padovano giro cicloturistico Media Pianura Vicentina - Camisano, Grisignano di Zocco, Grumolo delle Abbadesse, Torri di Quartesolo, Quinto Vic.no, Gazzo Padovano giro cicloturistico Media Pianura Vicentina - Camisano, Grisignano di Zocco, Grumolo delle Abbadesse, Torri di Quartesolo, Quinto Vic.no, Gazzo Padovano giro cicloturistico Media Pianura Vicentina - Camisano, Grisignano di Zocco, Grumolo delle Abbadesse, Torri di Quartesolo, Quinto Vic.no, Gazzo Padovano giro cicloturistico Media Pianura Vicentina - Camisano, Grisignano di Zocco, Grumolo delle Abbadesse, Torri di Quartesolo, Quinto Vic.no, Gazzo Padovano giro cicloturistico Media Pianura Vicentina - Camisano, Grisignano di Zocco, Grumolo delle Abbadesse, Torri di Quartesolo, Quinto Vic.no, Gazzo Padovano giro cicloturistico Media Pianura Vicentina - Camisano, Grisignano di Zocco, Grumolo delle Abbadesse, Torri di Quartesolo, Quinto Vic.no, Gazzo Padovano

percorso Cicloturistico della Media Pianura Vicentina
doveCamisano Vicentino, Grisignano di Zocco, Grumolo delle Abbadesse, Torri di Quartesolo, Quinto Vicentino, Gazzo Padovano
logisticaTreno+bici a Vicenza e a Grisignano di Zocco
parkparcheggi vari in tutti i paesi attraversati (domenica mercato a Camisano Vicentino, difficile trovare parcheggio)
luoghiCamisano Vicentino, Poiana Granfion, Barbano di Grisignano, Sarmego di Grumolo, Torri di Quartesolo, Quinto Vicentino, Valproto, Grantortino di Gazzo, Rampazzo di Camisano
motivipaesaggistici, naturalistici, artistici, ricreativi
quandotutto l'anno escludendo i giorni invernali più freddi e le giornate estive più calde
lunghezza40 km + eventuali digressioni e varianti
dislivellocompletamente pianeggiante
tempialmeno 3 ore, con calma, soste escluse
orientamentol'itinerario è molto complesso ma l'orientamento è facile grazie all'ottima segnaletica
segnaleticapannelli didattici e una buona segnaletica per tutto il percorso, solo in qualche punto vi è qualche minima incertezza
quota30 metri, pianura
tipologia70% pista ciclo-pedonale con fondo in ghiaino, 30% stradine secondarie asfalte, 1 km. pista ciclabile "tipo marciapiede" lungo la strada principale a Torri di Quartesolo, qualche centinaio di metri di strada provinciale trafficata per il cavalcavia ferroviario di Grisignano di Zocco
difficoltàfacile, turistico (TC)
pericolinessuno, tuttavia lunghi tratti corrono sul margine di argini di canali d'acqua dove prestare attenzione specie con i bambini
ricoveribar/ristoranti nei vari paesi attraversati
lungo il percorso numerosi punti attrezzati con panchine e qualche tavolino
nordic walking i tratti d'argine con fondo in ghiaino sono molto adatti
joggingi tratti d'argine con fondo in ghiaino sono molto adatti
carrozzinequalche tratto può essere percorso
carrettino portabimbi non adatto o comunque molto difficoltoso
mtbideale la city bike, adatta la mountain bike, praticabile anche con bici elettrica
bdcnon adatto
cartografianessuna di specifica, i tratti ex-novo di ciclabile sterrata negli argini non sono segnati in nessuna mappa, per una idea precisa guardare con cura il tracciato con Google/Earth scaricabile qui sotto
ricezionesempre ottimo segnale Gsm (telefono), ottimo segnale Gps
visualizzaitinerario interattivo con Google/Earth
downloadwaypoints e traccia Gps dell'escursione
gps nw jog mtb
ricognizioneGianni - agosto 2015
informazioniwww.percorsomediapianuravicentina.it
riferimentiwww.piarmediapianuravicentina.it
notela domenica è giorno di mercato a Camisano Vicentino, con grande affollamento e confusione di persone fino a mezzogiorno