Valsugana > Borgo Valsugana
Borgo Valsugana, Valsugana

Borgo Valsugana e media Valsugana (Trento)

Borgo Valsugana - Castel TelvanaBorgo Valsugana, media Valsugana (Trento)


Borgo Valsugana, Castel Telvana, Val di Sella Arte SellaBorgo Valsugana

E' l'antica Ausugum, importante roccaforte romana a presidio della strada Claudia Augusta Altinate.
La sua storia si fonde con la spettacolare mole di Castel Telvana, una storia lunga e travagliata.

Nel 1300 viene citato col nome di Borgum Ausugi, storpiatura popolare dell'antico nome indicante lo sviluppo urbano attorno all'antico nucleo. E' da sempre la 'capitale della Valsugana', favorita dalla splendida ed assolata posizione sull'importante arteria di comunicazione romana è sempre stata città a forte vocazione mercantile. Nel primo '800 un devastante incendio distrusse quasi completamente il borgo, ancora costruito per gran parte di legno, che dovette essere ricostruito ex novo.

La bella cittadina conserva un fascino molto elegante nelle sue spaziose piazze e, come elemento caratterizzante, è attraversata dal fiume Brenta, qui ancora poco più che un grosso torrente, ed unita dal ponte romano. Caratteristici i porticati pedonali nel lungargine del fiume, famosa la Scala a Telvana che conduce ai monasteri francescani e delle clarisse e prosegue con il sentiero dei castelli, al cospetto delle affascinanti e vissute mura del Castel Telvana.

Numerosi personaggi della storia soggiornarono a Borgo Valsugana, sia per motivi di 'lavoro' (si pensi ai condottieri Massimiliano I d'Austria, a Napoleone Bonaparte, a Vittorio Emanuele III), che di diletto come il pittore Giovanni Segantini e Alcide De Gasperi (che morì in Val di Sella il 19 agosto 1954).

Castel Telvana

A testimonianza di un magniloquente passato il movimentato aggregato bastionato di Castel Telvana è il protagonista di uno tra i più spettacolari paesaggi del Trentino. E' la naturale icona di Borgo Valsugana.
Nell'avvicinarsi la magia cresce man mano, sembra di percorrere una stradina medioevale, ed in effetti questa mulattiera è una stradina medioevale, e dopo alcuni tornanti si raggiunge il retro del castello. Il colpo d'occhio è notevolissimo, le torri parzialmente diroccate e i muri 'vissuti' sprigionano un fascino da far trattenere a stento l'emozione.

Di proprietà privata non è visitabile internamente, ma è raggiungibile con una splendida mulattiera detta "sentiero dei castelli", con partenza dal centro storico di Borgo, salendo la scala Telvana, passando alla Chiesa dei Frati e dopo aver raggiunto il castello prosegue sulle pendici del monte Ciolino per raggiungere i resti di Castel San Pietro per uscire a Telve di Sopra.
La storia di questo castello è lunga e avventurosa. Un primo documento ci dice che fu distrutto dai Franchi nel 590, altri documenti provano le vicissitudini del tardo medioevo. Venne bruciato nel 1665 e quindi risistemato a residenza baronale.

nelle foto
  • l'abitato di Borgo Valsugana
  • il monastero delle Clarisse
  • la Scala a Telvana
  • il Ponte Romano
  • affreschi e simboli
  • Castel Telvana
Borgo Valsugana
Borgo Valsugana
Borgo Valsugana
Borgo Valsugana
Borgo Valsugana
Borgo Valsugana
Borgo Valsugana
Borgo Valsugana
Borgo Valsugana
Borgo Valsugana
Borgo Valsugana
Borgo Valsugana
Borgo Valsugana
Borgo Valsugana
Borgo Valsugana

bibliografia Borgo Valsugana, alta e media Valsugana

titoloautoreedizione
Ausugum (3 vol.)Armando Costa1995 - Cassa Rurale Olle
La valle di SellaAldo Masina1994 - Litodelta Strigno
I Castelli del TrentinoAldo Gorfer1987 - Saturnia Trento
Scurelle e Castelnuovo, storia e immaginiAlberto Tafner1984 - Saturnia Trento
Cenni di storia della ValsuganaCarlo Ferrari1983 - Biblioteca Cominale Borgo Valsugana
La Valsugana descritta al viaggiatoreFrancesco Ambrosi1880 - Tipografia Marchetto Borgo Valsugana

Val di Sella - Arte Sella / Artenatura - Borgo Valsugana Borgo Valsugana, Castel Telvana, Val di Sella, Arte Sella

Arte Sella, Artenatura - itinerario tra arte e natura

In Val di Sella, ai lati della stradina forestale e nel bellissimo bosco circostante, artisti di fama internazionale, provenienti da varie parti del mondo, hanno lasciato i loro segni con installazioni di opere fatte usando esclusivamente materiali naturali reperiti sul posto.
Sono perciò opere fatte con sassi, rami, tronchi, liane, foglie, terra, ecc...

vedi