trevigiani > Asolo > Maser > ColleSanGiorgio
Colle di San Giorgio - Coste di Maser

Asolo, Maser e i colli asolani

Colle di San Giorgio m.431 - Coste di Maser e Asolo
sentiero delle Rocche da Asolo alla madonna della Rocca a Cornuda


Dal più panoramico dei colli asolani il colpo d'occhio a 360 gradi è notevolissimo. Il colle s'individua facilmente dalla pianura per l'oratorio, dedicato a San Giorgio, che segna il profilo rotondeggiante della cima.

E' luogo relativamente ben frequentato, meta di tranquille passeggiate partendo preferibilmente da Coste di Maser. La cima è molto appagante per le splendide vedute panoramiche, consigliabilissima la salita in primavera o in autunno, ma anche in inverno può essere una bella idea salire fin qui in una giornata di luci, o di nebbie, particolari.

Il colle di San Giorgio è frequentato dagli amanti del Bird-Watching per il passaggio di numerose specie di uccelli migratori.

Il capitello di San Giorgio trova a metà percorso della traversata da Asolo (Rocca) alla Forcella Mostaccin e fino alla Rocca di Cornuda (Santuario Madonna della Rocca), da effettuare sia a piedi che con la mountain bike.
Il sentierone passa proprio sulla forcella appena sotto alla cima verso nord-ovest.

Partendo dal centro di Asolo dalla porta nord si sale la gradinata verso la Rocca, si prosegue per la stradella di sinistra, si continua lungamente sul versante nord dei vari risalti collinari (in alcuni casi raggiungibili con varianti) alternando stradine sterrate a tratti di sentiero umido.
Superata loc. Forcella, si passa dietro il Colle Argenta, si giunge nei pressi del Colle di San Giorgio, si prosegue per Collalto e forcella Mostaccin, quindi il sentiero natura Marocco e ancora mulattiera e discesa per raggiungere il Santuario della Madonna della Rocca a Cornuda.

Il percorso completo, pur facile, è abbastanza lungo (più di 10 km.) e con numerosi saliscendi, quindi per non fare l'andata/ritorno si deve prevedere una soluzione logistica, oppure dividere il percorso in due tratte con andata/ritorno.
La soluzione di partire dal Coste di Maser al Colle di San Giorgio è valida.
Per la parte orientale valida è l'alternativa di partire dalla forcella Mostaccin, culmine della strada asfaltata molto nota ai ciclisti trevigiani.
Naturalmente il problema logistico non si pone per chi percorre il sentierone in mountain bike, che con questo mezzo offre passaggi tecnici non banali, perciò non è adatto ai principianti. Classica partenza è da Asolo (parcheggi Ca'Vescovo lungo la statale Bassano-Montebelluna). Per il ritorno dalla Madonna della Rocca è molto consigliabile la rete di strade a nord della dorsale collinare, passando per Castelli.
San Giorgio - Maser San Giorgio - Maser San Giorgio - Maser San Giorgio - Maser San Giorgio - Maser San Giorgio - Maser San Giorgio - Maser San Giorgio - Maser San Giorgio - Maser San Giorgio - Maser San Giorgio - Maser San Giorgio - Maser San Giorgio - Maser San Giorgio - Maser San Giorgio - Maser
Sentiero delle due rocche - Asolo, San Giorgio, Mostaccin, Cornuda Sentiero delle due rocche - Asolo, San Giorgio, Mostaccin, Cornuda Sentiero delle due rocche - Asolo, San Giorgio, Mostaccin, Cornuda Sentiero delle due rocche - Asolo, San Giorgio, Mostaccin, Cornuda Sentiero delle due rocche - Asolo, San Giorgio, Mostaccin, Cornuda Sentiero delle due rocche - Asolo, San Giorgio, Mostaccin, Cornuda Sentiero delle due rocche - Asolo, San Giorgio, Mostaccin, Cornuda Sentiero delle due rocche - Asolo, San Giorgio, Mostaccin, Cornuda Sentiero delle due rocche - Asolo, San Giorgio, Mostaccin, Cornuda
Sentiero delle due rocche - Asolo, San Giorgio, Mostaccin, Cornuda

passeggiata nelle colline tra Asolo e Maser

logisticaparcheggi vari ad Asolo, oppure a Coste di Maser (più consigliabile)
parkloc. San Vettore a Coste di Maser - coord. N.45°48'35.1"  E.11°56'50.8"
oppure nella piazza a Coste di Maser
motivipaesaggistici, naturalistici, storici
quandopreferibilmente inverno, ma adatto tutto l'anno
lunghezzaAsolo/ColleSanGiorgio 4,5 km.(sola andata) - Coste/ColleSanGiorgio 3 km.(sola andata)
altitudinequota min.m.130 Coste di Maser - max.m.430 Colle San Giorgio
dislivello300 m. Coste/SanGiorgio - 150 m. SanVettore/SanGiorgio - 300 m. saliscendi Asolo/SanGiorgio
tempi1 ora la salita da Coste di Maser a San Giorgio - 1 ora e mezza da Asolo a San Giorgio, solo andata soste escluse
sentieristradine sterrate, mulattiere, asfalto
orientamentofacile
segnaleticaqualche rara tabella
difficoltàfacile, il sentierone nel versante nord può essere fangoso dopo forti piogge
nordic walking abbastanza adatto
joggingadatto e molto frequentato da numerosi runners di Asolo
mountain bikeadatto e molto frequentato - tecnicamente non banale, inadatto ai principianti
carrozzineno
cartografiaColli Asolani, Monte Grappa, Monte Tomba - 1:30.000 - Danilo Zanetti Editore, Montebelluna
ricognizione21 febbraio 2010
downloadwaypoints e traccia Gps dell'escursione
visualizzaitinerario interattivo con Google/Earth
gps walk nw jog mtb

colle San Giorgio, MaserCoste di Maser - Colle di San Giorgio - Colli Asolani

Coste di Maser si raggiunge facilmente : è sulla strada tra Asolo e Maser, proprio poco prima di giungere alla famosa villa Palladiana.

Si sale per la stradina a fianco della chiesa di Coste (a destra della facciata, San Vittore) e la si segue tutta, alcuni tratti sono abbastanza ripidi, finché si perviene ad un piccolo parcheggio (m. 280)(tabellonistica) da dove le stradine sono interdette alla circolazione.

A piedi si prosegue per la stradina, ora sterrata, che scende brevemente sul fondo della vallecola e poi prosegue aggirando il colle.
La salita si fa leggermente più ripida e mira direttamente alla forcelletta proprio sotto la vetta.
Un ultimo strappo per il sentierone porta in breve alla sommità.
Meno di un'ora dal parcheggio di San Vettore, un'ora abbondante dalla piazza di Coste.
La discesa si effettua rapidamente per lo stesso itinerario di salita, oppure (consigliabile) con divagazioni, ad esempio sul vicino Colle Argenta (m.429), giusto per allungare leggermente la facile passeggiata.

per i ciclisti - attenzione...

Il centro di Asolo, in particolare nelle domeniche primaverili, è frequentatissimo da una gran ressa di ciclisti provenienti da tutto l'alto Veneto, trevigiano e veneziano in particolare, che come meta dopo la cavalcata tra le colline si ristorano nelle osterie del centro.
Si consiglia di rispettare scrupolosamente i sensi unici e, soprattutto, i semafori.
I vigili sono molto solerti nel multare ciclisti indisciplinati, un po' meno nel calmierare prepotenti macchinoni dei poveri miliardari.