padovano > Cittadella
Cittadella

Cittadella, città murata medioevale in provincia di Padova

CittadellaCittadella, le mura del 1220 conservano tutta la loro suggestione


Leggenda le vuole edificate, molto probabilmente su precendenti manufatti (è ipotizzabile su di una 'Motta' pre-romana), per fronteggiare le minacce della vicina Castelfranco Veneto, avamposto Trevigiano, e anche per arginare le ultime scorribande barbare.
Altre leggende narrano di demolizioni di rovine dei castelli del circondario quali Carturo, San Pietro in Gù, Onara, Curtarolo, per riciclare le pregiate pietre da costruzione.

Stemma Carrarese Tra le sue strutture venne adattata una 'zilia' (dal nome dell'ingegner Egidio, progettista di questi luoghi infernali) di Ezzeliniana memoria, la 'Torre di Malta' terrificante luogo di reclusione e tortura.
Ed Ezzelino III, il tiranno di Padova, s'impone tra i protagonisti di quello scorcio storico e, nel bene o nel male, Cittadella è icona di quella concezione sociale e protagonista di quel tumultuoso processo di trasformazione a cavallo tra medioevo e primo rinascimento comunale.

Certo è il fatto che il Comune di Padova impose la costruzione in questo strategico nodo per sminuire l'importanza della fiorente cittadina di Onara (ora piccolissima frazione del Comune di Tombolo), patria degli Ezzelini, a quel tempo centro commerciale di notevole importanza.

Protetta da questo formidabile strumento di difesa, la fortezza militare fu cardine nelle lotte tra signorie dell'alta pianura e pedemontana veneta fino all'avanzata, nel 1509, degli eserciti della Lega di Cambrai.
Nuove strategie belliche, nuove armi terrificanti, le bombarde, fecero la loro comparsa e le vecchie mura, di concezione medioevale, nulla poterono.
La Serenissima abbandonò al loro destino i castelli e le cittadelle murate quali Cittadella e Bassano del Grappa e ripiegò su Padova e Treviso dove, in fretta e furia, vennero costruite le 'nuovissime' mura delle città con soluzioni tecniche mai viste prima di allora.

Passata la grande bufera, con la 'pax' veneziana viene smantellato il presidio militare e, all'interno delle mura, si sviluppa il tessuto urbano civile che porterà Cittadella ad essere una delle più vivaci e caratteristiche cittadine dell'alto territorio veneto.

Nell'ottocento si prese in considerazione l'abbattimento delle mura funzionale allo sviluppo urbano e l'accesso con mezzi meccanici.
Alcuni muri delle quattro porte erano già stati effettivamente abbattuti ad inizio secolo durante l'incursione napoleonica per allargare l'accesso alla città.
Successivamente vennero in parte riedificati ma con interventi, specie per le merlature a coda di rondine, che possiamo definire 'falso storico'.

Dopo il recente restauro, è possibile percorrere il camminamento di ronda e vedere la città da questa particolarissima prospettiva: tra il dentro ed il fuori le mura.

Le mura: barriera, protezione, intralcio, pericolo, chiusura o appartenenza?
Sicuramente, oggi, una grande risorsa.
Un'opera d'arte, ma soprattutto una macchina del tempo che ci restituisce la possibilità leggere e percepire fisicamente la storia.
approfondimenti
Cittadella Cittadella Cittadella Cittadella Cittadella Cittadella Cittadella Cittadella Cittadella Cittadella Cittadella
CittadellaCittadella

indirizzi utili a Cittadella e nel cittadellese

Comune di Cittadella

- piazza L.Pierobon, 1
- www.comune.cittadella.pd.it

IAT informazioni turistiche
- Casa del Capitano - Porta Bassanese, 2
- turismo.comune.cittadella.pd.it
feste e avvenimenti ricorrenti a Cittadella e nel cittadellese
avvenimentodovequandoinfo
Voci dell'Evo di MezzoCittadellaultima settimana settembre
antica fiera agricolaCittadellafine ottobre
fiera campionariaVilla del Conteprimi di luglio
bibliografia Cittadella, cittadellese e territorio padovano
titoloautoreedizione
Il dominio del CarroRemy Simonetti2013 - Edizioni In Edibus
I casoni a San Giorgio in BoscoR.Brunoro2012 - Comune San Giorgio in Bosco
Città murate del VenetoG.Perbellini, F.Rodeghiero2011 - Cierre Edizioni
Storia di Cittadella - 2 vol.autori vari2008 - Cittadella
Dai nobili Morosini ai nostri giorni. Sant'Anna MorosinaPaolo Miotto2009
130 anni di migrazioni a San Giorgio in BoscoPaolo Miotto2008
Tombolo e la sua antica comunità cristianaPaolo Miotto2008
Abbazia Pisani. Storia di un monastero millenario e della sua gentePaolo Miotto2006
San Martino di Lupari Trivisan e Padoan: il caso bizzarro di un paese diviso civilmente per mezzo millennioPaolo Miotto2006
A Tombolo nella prima metà del '600: fra giochi di potere e miracoli in un villaggio alla ricerca di identitàPaolo Miotto2005
San Giorgio in Bosco. Una costellazione di villaggi fra identità particolari e storia comunale collettivaPaolo Miotto2004
Borghetto, storia di un antico borgo e dell'oratorio di San MassimoPaolo Miotto1999
Il Complesso architettonico monumentale di San Martino di Lupari fra storia e artePaolo Miotto1998
Campretto. Storia di un territorio e della sua antica comunitàPaolo Miotto1997
San Giorgio in Bosco. Società e istituzioni civili in un paese rurale dell'Alta Padovana dall'Unità d'Italia al XX secoloPaolo Miotto1997
Il territorio di Villa del Conte nella storia. L'Abbazia di S.Pietro e S.Eufemia, S.Massimo di Borghetto e la Contea del RestelloPaolo Miotto1994
Cittadella, città murataS.Bortolami1990 - Cittadella
Arti e mestieri nel cittadelleseF.Rizzetto1989 - San Martino di Lupari
Storia di Cittadella - 1220/1797F.Rizzetto1988 - San Martino di Lupari
Ai piedi del Grappa. Guida storica-turistica di Bassano del Grappa, Marostica Nove Castelfranco Veneto Asolo Cittadella.autori vari1981 - Padova
Cittadella prima del mille: la Pieve di San DonatoG.Franceschetto1955 - Cittadella

Cittadella