padovano > Este > Carceri
Carceri

Carceri d'Este (Padova)

Carceri d'Este: ex Abbazia Camaldolese di Santa Maria delle Carceri


E' del X secolo l'insediamento dei monaci Benedettini nelle campagne venete, alluvionate e rinselvatichite dall'abbandono seguito alla caduta romana e alle invasioni barbariche.
L'operosità e l'ingegno dei monaci è il motore per la bonifica di vastissimi territori, ed anche risorsa ed esperienza per innalzare chiese e monasteri sempre più grandi e preziosi. Per secoli furono fari e luce in quel mondo di miserie e violenze, stato nello stato a macchia di leopardo. Dipendevano dall'Ordine e direttamente dal Papa.

Molte abbazie sono andate completamente perdute, altre, forse per la migliore posizione o chissà per quale fortuna, sono tutt'ora attive, spesso ricchi centri d'arte e fede, beneficiate da miliardari interventi di restauro.

E poi qualche ex Abbazia, un tempo ricchissima ed ora poverissima, specie nella campagna della bassa padovana e polesana che fino a qualche decennio fa era terra depressa di agricoltura povera e di latifondi.
Che ci accoglie mostrando profondissimi segni del tempo. Con strutture parzialmente in abbandono e a rischio di crollo.

Un bene, un male, una fortuna il poter ammirare qualcosa che conserva ancora il gusto dell'originale?
E fino a che punto è giusto intervenire e 'valorizzare'?
In questo caso il contesto, il paese, sono adatti sopportare e supportare, vale a dire rivitalizzare, simili strutture?

L'Abbazia Camaldolese di Santa Maria a Carceri è questo.
E in questo contesto trova posto ideale il Museo della Civiltà Contadina.

La grandiosa chiesa è la parrocchiale di questo disperso paese della bassa campagna padovana. La villa padronale annessa all'Abbazia, edificata dai nobili Carminati a fine '600 quando il complesso monastico venne soppresso e con le campagne circostanti fu messo in vendita dai Veneziani per finanziare la guerra contro i Turchi, è ora la casa del parroco.

simbolo Camaldolese a Carceri Il nome 'carceri' ci ricorda il luogo di solitudine, silenzio e preghiera monastico, ma il toponimo deriva dagli insediamenti romani e pre-romani che, in qusta zona, tenevano in vasti recinti il bestiame.
Nel medioevo il territorio era dominio dei marchesi Estensi che nel X secolo concessero il terreno, forse già segnato da un tempietto, e privilegi per un convento. La prima testimonianza è la chiesa del 1107, successivamente ingrandita a tre navate in stile romanico.
Nel XII secolo ospitava pellegrini diretti a Roma.
Nel 1407, per volere di papa Gregorio XII, s'insediano i Camaldolesi ed il complesso monastico raggiunse il suo massimo splendore.
Nel 1643 la chiesa fu quasi completamente distrutta da un vasto incendio. Venne prontamente riedificata nelle forme barocche che ora possiamo ammirare.
Tuttavia, pochi anni dopo, papa Alessandro VIII soppresse il monastero e consegnò la struttura ai Veneziani.
Dopo la vendita ai Carminati, nel 1690 la chiesa fu affidata al clero secolare e divenne parrocchiale del misero paese.

Arrivare a Carceri, in bicicletta o a piedi, è esperienza particolare, emozionante.
La grandiosa struttura si profila sopra la vastità della campagna minuziosamente coltivata. L'ingresso sotto l'arco di quella che era l'abitazione del custode, affiancata da una torre colombara e dal granaio e spedale, è particolarmente suggestivo.
Le strutture sono parzialmente utilizzate come centro parrocchiale, piccolo museo etnografico e locali della pro-loco.
Abbazia di Carceri d'Este Abbazia di Carceri d'Este Abbazia di Carceri d'Este Abbazia di Carceri d'Este Abbazia di Carceri d'Este Abbazia di Carceri d'Este Abbazia di Carceri d'Este Abbazia di Carceri d'Este Abbazia di Carceri d'Este Abbazia di Carceri d'Este Abbazia di Carceri d'Este Abbazia di Carceri d'Este Abbazia di Carceri d'Este Abbazia di Carceri d'Este Abbazia di Carceri d'Este Abbazia di Carceri d'Este Abbazia di Carceri d'Este Abbazia di Carceri d'Este Abbazia di Carceri d'Este Abbazia di Carceri d'Este Abbazia di Carceri d'Este Abbazia di Carceri d'Este Abbazia di Carceri d'Este Abbazia di Carceri d'Este Abbazia di Carceri d'Este Abbazia di Carceri d'Este

Parrocchia di Carceri



Museo della Civiltà Contadina

visite guidate il sabato pomeriggio e la domenica
bibliografia Este, estense e bassa padovana
titoloautoreedizione
Un tesoro da salvare - L'Abbazia di Santa Maria delle CarceriO.CestaroMuseo della Civiltà Contadina
Il monastero di Santa Maria delle CarceriG.ZattinPadova, 1973

L'ex Abbazia di Carceri d'Este, ora chiesa parrocchiale, casa parrocchiale ed edifici annessi, e Museo della Cività Contadina, si trova in Comune di Carceri, Padova, nell'area estense, a circa 7 km. a sud di Este.

> visualizza in Google/Maps : N.45°11'48.0" E.11°37'19.0"