Grappa > ValCavasia > Cavaso del Tomba > Colle Bastia
Cavaso del Tomba

Monte Tomba, Val Cavasia, pedemontana del Grappa

Cavaso del Tomba itinerario didattico al Colle della Bastìa di San Giorgio e salita al monte Tomba


Cavaso del Tomba, denominazione che raggruppa numerosi borghi lungo la pedemontana del Grappa ai piedi del tristemente famoso monte Tomba, è un paese molto particolare e tutto da scoprire, con viuzze tra muretti a secco, ville antiche, villa Boito, e povere case dall'architettura caratteristica. Poco lontano in suggestiva posizione domina elegante e monumentale il Tempio di Canova a Possagno.
Tutta la val Cavasia è bellissima, particolarmente ridente e ricca di testimonianze storiche anche molto antiche, nonostante gli sfregi di capannoni industriali e le cave delle fornaci, e restauri al patrimonio architettonico non sempre condotti in maniera accurata.

Partendo da Caniezza si può salire al monte Tomba per stradine forestali e sentieri che raggiungono dapprima l'antica chiesetta dell'Eremo di San Giorgio, quindi il colle dove sono ancora visibili pochi ruderi dell'importante Castel dela Bastia San Giorgio e, proseguendo nel bosco, raggiungere malga Le Tombe e ancora stradina per malga Doc, noto agriturismo del monte Tomba.

L'escursione è facile, pur con qualche ripida rampa nel bosco sotto Le Tombe, particolarmente adatta nelle fredde giornate invernali svolgendosi sul riparato versante sud del Tomba.
Vi sono alcuni luoghi interessanti e il primo tratto corrisponde al sentiero didattico del Col della Bastia.
Molto suggestivo il terrazzo tra gli ulivi dell'eremo di San Giorgio al Paveion, dal quale si può osservare tutta la Val Cavasia, bellissima pur con qualche insediamento di capannoni industriali, con lo sfondo dell'inconfondibile catena dei colli Asolani.
Superata malga Le Tombe e raggiunta malga Doc si può proseguire per il Castel Cesil, cima Palon, Archeset-Piz, malga Barbeghera, ma in inverno è facile ci sia neve e il percorso impraticabile.
Comunque sia, questa seconda parte dell'escursione è vivamente raccomandata in altre stagioni, partendo dal monte Tomba.

l'itinerario in dettaglio

Da Caniezza (m.250)(sede municipale), di fronte alla chiesa, salire per una ripida e strettissima stradina asfaltata (via Cogolà)(qualche indicazione e segnalazione Agriturismo San Giorgio) mirando al visibile campanile sormontato dalla statua di Sant'Antonio Abate.
Giunti ad uno slargo tra le case, una specie di piccola conca di una valletta, inizia il sentiero vero e proprio.
Qui si può giungere anche in auto, ma vi sono solo alcuni posti per il parcheggio.
E da qui fa capo l'anello dell'itinerario didattico della Bastia San Giorgio, tabellato con interessanti pannelli, attualmente in forte stato di degrado.
Possiamo indifferentemente seguire la stradina di sinistra o quella di destra (verso l'agriturismo), per la quale saliamo a San Giorgio per un bellissimo sentiero-scorciatoia tra muretti a secco.

Raggiunto l'eremo di San Giorgio (m.375)(sede del Museo dei percorsi storici della Valcavasia), possiamo approffitare delle panchine per una bella sosta per ammirare il notevole paesaggio.
Seguiamo la salita e in breve raggiungiamo il colmo del colle dove troviamo i miserevoli resti di quello che fu l'antichissimo e importante Castello della Bastia San Giorgio. Probabilmente edificato già in epoca romana, e come da protocollo per queste faccende, già sede di un castelliere fin dalla preistoria. Un po' come per tutti i più importanti cocuzzoli collinari della pedemontana, basti ricordare la Rocca di Asolo, la rocca di Cornuda, il colle degli Ezzelini a San Zenone, e numerosi altri.

Proseguiamo ancora lungamente per la stradina in salita, che s'inoltra nel bosco sempre più fitto.
Dopo un paio di bivi (seguire le tabelle del sentiero Cai n.212) ci troviamo ad affrontare un tratto di ripido sentiero (una specie di scorciatoia), a volte un po' scivoloso o fangoso, non un bel sentiero, ma ci fa guadagnare sveltamente quota per uscire alla bella radura di malga Le Tombe (m.725).
Il paesaggio si apre ampio e ci permette di osservare il corso della Piave sbarrata dal Montello, l'alta pianura veneta e perfino i Colli Euganei sullo sfondo.

Continuiamo per la stradina verso destra (o per scorciatoia), ora la salita è più moderata, e raggiungiamo malga Doc (m.850), agriturismo al monte Tomba lungo la strada asfaltata del Grappa allo snodo delle salite da Alano e da Cavaso.

Per il ritorno dobbiamo ripercorrere lo stesso sentiero perché altri sentieri ci porterebbero lontani dal punto di partenza.
San Giorgio a Cavaso del Tomba Bastia a Cavaso del Tomba Bastia a Cavaso del Tomba San Giorgio a Cavaso del Tomba
sentiero della Bastia a Cavaso del Tomba sentiero della Bastia a Cavaso del Tomba sentiero della Bastia a Cavaso del Tomba sentiero della Bastia a Cavaso del Tomba sentiero della Bastia a Cavaso del Tomba sentiero della Bastia a Cavaso del Tomba sentiero della Bastia a Cavaso del Tomba sentiero della Bastia a Cavaso del Tomba sentiero della Bastia a Cavaso del Tomba sentiero della Bastia a Cavaso del Tomba sentiero della Bastia a Cavaso del Tomba sentiero della Bastia a Cavaso del Tomba sentiero della Bastia a Cavaso del Tomba sentiero della Bastia a Cavaso del Tomba sentiero della Bastia a Cavaso del Tomba sentiero della Bastia a Cavaso del Tomba sentiero della Bastia a Cavaso del Tomba sentiero della Bastia a Cavaso del Tomba
Bastia a Cavaso del Tomba Bastia a Cavaso del Tomba Bastia a Cavaso del Tomba Bastia a Cavaso del Tomba Bastia a Cavaso del Tomba Bastia a Cavaso del Tomba Bastia a Cavaso del Tomba Bastia a Cavaso del Tomba Bastia a Cavaso del Tomba Bastia a Cavaso del Tomba Bastia a Cavaso del Tomba Bastia a Cavaso del Tomba Bastia a Cavaso del Tomba Bastia a Cavaso del Tomba Bastia a Cavaso del Tomba Bastia a Cavaso del Tomba Bastia a Cavaso del Tomba Bastia a Cavaso del Tomba Bastia a Cavaso del Tomba Bastia a Cavaso del Tomba Bastia a Cavaso del Tomba Bastia a Cavaso del Tomba
Cavaso, Bastia, Monte Tomba

sentiero della Bastia da Caniezza di Cavaso a malga Doc al monte Tomba

doveCavaso del Tomba (Treviso), Valcavasia pedemontana del Grappa
monteMonte Tomba, dorsale est del monte Grappa
parkSan Giorgio (m.300) - coord. N.45°51'53.8" E.11°53'50.3"
luoghiCaniezza, oratorio San Giorgio, Bastia, malga Le Tombe, malga Doc
motivipaesaggistici, storici
quandosemestre freddo
lunghezzacirca 4 km per la salita, più ritorno
dislivello600 metri complessivamente
tempi30 min la salita all'oratorio San Giorgio, 1:00 ora per malga Le Tombe, 30 min per malga Doc, 1:00 ora per la discesa, soste escluse
orientamentofacile, tabelle varie del sentiero didattico (molto rovinate) e tabelle Cai
segnaleticatabelle Cai sentiero n.212
quotamin.m.250 Caniezza / max.m.860 malga Doc al monte Tomba
tipologiastradina forestale, sentieri
difficoltàfacile escursionistico (Cai=E)
esposizionenessuna
pericolinessuno
ricoverinessuno, in alto malga Doc aperto agriturismo in stagione
nordic walking poco adatto
joggingnon adatto
ciaspoleno, bassa quota
mtbno
bdcmolto impegnativa (max.18%) la salita per strada asfaltata Cavaso-Monte-Tomba
ricognizione3 febbraio 2013
visualizza itinerario interattivo con Google/Earth, Valcavasia e monte Tomba
download waypoints e traccia Gps dell'escursione, Valcavasia e monte Tomba
cartografiafoglio n.051 Monte Grappa Bassano Feltre - Tabacco 1:25.000
gps walk
informazioniwww.comune.cavaso.tv.it