Feltrino > Val Canzoi > rifugio B.Boz
malga Alvis

escursione Val Canzoi, passo Finestra, rifugio B.Boz, malga Alvis

Val Canzoiescursione dalla Val Canzoi al rifugio Bruno Boz

escursioni nel Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi
Un anello escursionistico molto bello, su sentieri tecnicamente facili, tuttavia impegnativo per il notevole sviluppo in lunghezza e in dislivello. Indicato pertanto a buoni camminatori 'passisti', dove conta molto mantenere un buon ritmo per molte ore.

Possiamo suddividere il percorso in quattro parti.

rifugio Bruno Boz Iniziamo con la lunga salita per il vallone di Neva (sentiero Cai n.805), passando per casera Canséch ed il bivio con il sentiero Cai n.804, fino all'uscita dal bosco.
Con 'relativamente poca' fatica, si copre un dislivello di quasi mille metri, grazie alla stradina forestale dapprima e all'ampio sentiero poi, sempre nel piacevolissimo e non oppressivo bosco misto e grazie, soprattutto, alla pendenza costante non eccessiva e al fondo 'morbido'.
Con il ritmo giusto e, possibilmente, una buona compagnia per qualche piacevole battuta, si digeriscono le quasi tre ore di salita senza nemmeno accorgersene.

Usciti dal bosco d'improvviso si scopre di affrontare la ripidissima scarpata, prevalentemente rocciosa, che difende la lunga dorsale tra l'irraggiungibile Colsent e il selvaggio Scarnia. Il sentiero diviene via via più aspro e s'infila zigzagando, pur senza vere difficoltà tecniche, tra impossibili cenge rocciose, guadagnando quasi d'improvviso l'insperata forcella del passo di Finestra.

Al di là ci appare l'alta Val Fonda, laterale della Val Noana, a sua volta tributaria del Primierotto. Quasi a portata di mano l'idilliaca conca prativa con le malghe di Neva e il rifugio Bruno Boz.
Si percorre il famoso sentiero (Cai n.801) dell'altavia n.2 delle Dolomiti che, vista l'esuberanza dell'erba, non sembra frequentatissimo. Dopo un po' di discesa ci aspettano alcune faticose contropendenze per riguadagnare la quota del rifugio.

La conca dove si trova il rifugio Boz è uno di quei luoghi che riempiono il cuore dei veri camminatori.
Semplicemente fantastico.
Alle spalle l'imponente struttura dolomitica del Sass de Mur (o Sass de Mura) la cima più alta del gruppo del Cimonega, nota per i numerosi percorsi alpinistici e le spettacolari 'Banche', fasce e sistemi di cenge che permettono diversi attraversamenti alpinistici.
Il sentiero più facile, e frequentato, per raggiungere il rifugio parte dai Fonteghi in Val Noana, raggiungibile per la strada da Imer. E' comunque una buona passeggiata per buona parte su stradina sterrata.

La sosta al rifugio è esperienza piacevole, grazie anche alla cordialità del gestore e delle collaboratrici, oltre allo spettacolo che offre la natura.
Dal rifugio si dirama anche il sentiero impegnativo (sempre altavia n.2) per il Pass de Mur (passo di Mura), il troi del Caserin, il bivacco Feltre e la conca di Cimonega.

Val Canzoi Dal rifugio affrontiamo la salita (sentiero Cai n.811) sul ripido pendio erboso che conduce al passo Alvis (m.1.880), spettacolare balcone panoramico che spazia dal vicino Sass de Mur a Cima d'Asta e Lagorai e alle Vette Feltrine a ovest, alla profonda Val Canzoi, ai Piani Eterni al Pizzoc e al Tre Piere a est.

In basso si scorge malga Alvis, nostra prossima meta, che raggiungeremo con lo spettacolare sentiero che zigzaga sul ripidissimo pendio erboso. Sul ripido pendio si scorgono generose fioriture di gigli, altrove abbastanza rari.

La radura della malga è luogo estremamente affascinante, dominato dal Col del Demonio e dal Sass de Mur alle spalle.
La stalla è adibita a buon bivacco sempre aperto, mentre la malga è casa di supporto della forestale.
Lasciata, a malincuore, la malga, ci aspetta il lungo sentiero nel bosco, interrotto da un paio di frane (superabili senza problemi) e con un pulpito che permette una spettacolare veduta sul lago della Stua.

Raggiunto il lago, il sottostante bar/ristorante Ai 4 Pass (ex albergo Boz, ancora indicato in carte escursionistiche) permette di festeggiare e ristorare il fisico provato dalla lunga scarpinata.
nelle foto
  • casera Canséch in Val di Neva (m.750), sullo sfondo il monte Tre Piere (o Tre Pietre)
  • il sentiero sulle aeree cengie nei pressi del passo di Finestra (m.1.760)
  • la val Fonda con il rifugio Bruno Boz e il Sass de Mura
  • la conca di Neva e il rifugio Bruno Boz (m.1.718)
  • il Sass de Mur (m.2.547)
  • salita verso il passo Alvis (m.1.880)
  • malga e bivacco Alvis (m.1.573)
  • malga Alvis e il Sass de Mur
  • il lago della Stua (m.690) in Val Canzoi scendendo da malga Alvis
passo Finestra, rifugio Boz, Alvis - Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi passo Finestra, rifugio Boz, Alvis - Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi passo Finestra, rifugio Boz, Alvis - Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi passo Finestra, rifugio Boz, Alvis - Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi passo Finestra, rifugio Boz, Alvis - Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi passo Finestra, rifugio Boz, Alvis - Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi passo Finestra, rifugio Boz, Alvis - Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi passo Finestra, rifugio Boz, Alvis - Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi passo Finestra, rifugio Boz, Alvis - Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi passo Finestra, rifugio Boz, Alvis - Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi passo Finestra, rifugio Boz, Alvis - Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi passo Finestra, rifugio Boz, Alvis - Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi passo Finestra, rifugio Boz, Alvis - Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi passo Finestra, rifugio Boz, Alvis - Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi passo Finestra, rifugio Boz, Alvis - Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi passo Finestra, rifugio Boz, Alvis - Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi passo Finestra, rifugio Boz, Alvis - Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi passo Finestra, rifugio Boz, Alvis - Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi passo Finestra, rifugio Boz, Alvis - Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi passo Finestra, rifugio Boz, Alvis - Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi passo Finestra, rifugio Boz, Alvis - Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi passo Finestra, rifugio Boz, Alvis - Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi passo Finestra, rifugio Boz, Alvis - Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi passo Finestra, rifugio Boz, Alvis - Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi passo Finestra, rifugio Boz, Alvis - Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi passo Finestra, rifugio Boz, Alvis - Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi passo Finestra, rifugio Boz, Alvis - Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi passo Finestra, rifugio Boz, Alvis - Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi passo Finestra, rifugio Boz, Alvis - Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi passo Finestra, rifugio Boz, Alvis - Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi
escursione Val Canzoi, rifugio Bruno Boz, Alvis
escursione Val Canzoi, passo Finestra, rifugio B.Boz, passo Alvis, malga Alvis, lago Stua
doveVal Canzoi, Cesiomaggiore - Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi
monteSass de Mura - Colsent
parktermine strada Val Canzoi (m.640) - coord.N.46°07'39.2" E.11°56'36.2"
luoghiVal Canzoi (m.620), casera Canséch in Val di Neva (m.750), passo di Finestra (m.1.770), rifugio Bruno Boz (m.1.718), passo Alvis (m.1.880), malga Alvis (m.1.573), lago della Stua (m.690)
motivipaesaggistici, escursionistici
quandotarda primavera e primo estate, tutto l'autunno fino alle prime nevicate
lunghezza18 km totali - salita per il passo Finestra km.9, discesa per malga Alvis km.8 + strada di collegamento
tempi4 ore per la salita, 3 ore per la discesa, in totale 7-8 ore, soste escluse
orientamentofacile, sentieri segnati e tabellati
quotamin.m.620 (centralina Enel in Val Canzoi) / max.m.1.880 (passo Alvis)
dislivello1.350 m. in totale
tipologiaescursione su sentieri nel bosco e su pendii erbosi molto ripidi
segnaleticasentieri Cai n.805, Cai n.801 (Altavia n.2), Cai n.811
difficoltàimpegnativo, escursionistico (Cai=E), sentieri facili ma la lunghezza e il dislivello richiedono allenamento, per escursionisti esperti e conoscitori di questo genere di percorsi
esposizionei sentieri sono sempre ben tracciati e senza problemi, tuttavia, nella parte alta verso il passo Finestra e nella parte alta verso il passo Alvis, vi sono tratti su pendii ripidissimi e su cenge sopra pareti rocciose verticali
pericoliin piena estate pericolo violenti temporali estivi pomeridiani, prudenza nei tratti alti
ricoveririfugio Bruno Boz (tel.0439.64448 - in stagione - Cai Feltre) - coord.N.46°08'47.5" E.11°55'00.0"
bivacco malga Alvis (sempre aperto) - coord.N.46°08'36.1" E.11°55'43.4"
nordic walking non adatto, tuttavia sono particolarmente efficaci i bastoncini da escursionismo
ciaspoleno, bassa quota e bosco, in alto pericolo valanghe e tratti esposti su canaloni pericolosi
mtbsi può tentare, tuttavia vi sono numerosi tratti da fare con la bici in spalla - percorsi solo per specialisti
ricognizione10 luglio 2010
ricezionetotalmente assente il segnale Gsm (telefono) su tutta la valle tranne che nei pressi del rifugio B.Boz, molto variabile il segnale Gps massimo nei luoghi aperti e sulla dorsale Alvis sufficente nel resto della valle
cartografiafoglio n.023, Alpi Feltrine Le Vette Cimonega - Tabacco 1:25.000
downloadwaypoints e traccia Gps dell'escursione
visualizzaitinerario interattivo con Google/Earth
note Per raggiungere la Val Canzoi percorrere la provinciale pedemontana da Feltre per Cesiomaggiore.
L'imbocco della valle è adeguatamente segnalato in località Soranzen a circa 15 chilometri da Feltre.
Per approfondimenti ed escursioni, tutte impegnative, vedi scheda escursionismo.
gps walk mtb parks