Colli Euganei > cicloturismo > Galzignano
cicloturismo nei Colli Euganei

ciclismo e cicloturismo nei Colli Euganei, Padova - cycling, fahrrad

Portone sul giardino storico di Villa Barbarigo a Valsanzibio anello cicloturistico attorno a Galzignano Terme


Si tratta di un giro molto vario, interessante e di buona soddisfazione, che alla fin fine ha come unica difficoltà il tratto finale della salita della Cingolina.

Permette, soprattutto, la conoscenza dell'inquadramento geografico della grossa piramide del Monte Cero, m.409 (attualmente invaso da una selva di antenne), e del suo rapporto con la città di Este.

Belli gli spunti paesaggistici anche nella zona di Faedo e, sempre interessante, l'attraversamento del valico di Roverello, quota (si fa per dire) 270 metri, nodo centrale della viabilità euganea.

Ovvio che il giardino di Valsanzibio e la visita alla dolce cittadina di Arquà Petrarca, nonché Este, meritano una sosta a se.


l'itinerario in dettaglio

Da Galzignano subito in direzione Valsanzibio dove si passa proprio difronte allo scenografico portone. Si prosegue per la provinciale ancora per qualche chilometro fino ad uno strappetto di poche decine di metri, al di la del quale, dopo pochi metri di discesa, si dirama sulla destra una stradina che, apparentemente, sale rapidamente la costa del monte. Si tratta in realtà di una salitella di ben poca cosa, ma permette di tagliare il giro per la strada provinciale ed è più interessante paesaggisticamente (in caso di dubbi, la strada provinciale è pur sempre apprezzabile e allunga il percorso di qualche chilometro). Dopo aver scollinato si scende per poco a sbucare sulla provinciale nei pressi di Arquà.

Dopo la breve visita al centro storico (caratterizzato da ripidissime stradine di pavè) si scollina, sia aggirando esternamente il colle, sia passando per il centro, a raggiungere in discesa il grosso incrocio, svoltando a sinistra per Este e Monselice. Si percorre la bella valletta in falsopiano arrivando all'incrocio della strada proveniente da Monselice. Svoltare a destra per Este, aggirato il colle si arriva a Baone. Quindi proseguire per Este.

Sella di Calaone e, in basso in pianura, Este Dopo l'eventuale divagazione nel centro storico di Este, si prende la strada a fianco delle mura che sale a Calaone. Si tratta di una bella salitina, tranquilla e pedalabile, dagli ampi panorami. La salita fino alla cima del Monte Cero, oltre ad essere piuttosto ripida ed inoltrarsi tra rovi, erbacce e boscaglia che permettono di offrire ben pochi scorci panoramici, è sconsigliabile in quanto la vetta è occupata da una selva di potentissime antenne radiotelevisive.

Da Calaone, proprio a fianco della chiesa (sinistra), parte una stradella che subito inizia a scendere ripidissima, dopo una breve contropendenza riprende a scendere ripidissima per sbucare sul valico di Valle San Giorgio, paesello che si raggiungere dopo altri tornanti in discesa. Ancora a costeggiare il colle per giungere a Cinto Euganeo.

Dal grosso incrocio salire per la strada di destra a fianco della chiesa, per un breve scollinamento a raggiungere Fontanafredda. Luogo ideale per un breve ristoro prima dell'ascesa finale.

Si affronta ora la salita della 'Cingolina', la strada si inoltra stancamente per la valletta ed inizia a salire un poco alla volta, dopo qualche prima rampa e tornante si giunge a Faedo, bellissimi panorami, quindi la salita si fa via via più impegnativa fino alle ultime centinaia di metri prima del valico in cui la pendenza arriva al 15%.

Dal valico di 'Passo Roverello' ci aspetta la bella e lunga discesa che, con belle vedute panoramiche anche sul Monastero di Monte Rua, scende a Galzignano Terme.
localitàalt.km.TTnote
Galzignano Terme 25 0 0
Valsanzibio 15 4 4
bivio monte Baraldo 15 1 5
sella Col Barina 55 1 6
Arquà Petrarca 80 2 8
bivio strada Monselice 10 4 12
Baone 20 3 15
Este 10 3 18
Calaone 230 4 22
Valle San Giorgio 50 3 25
Cinto Euganeo 25 3 28
Fontanafredda 35 3 31
passo Roverello (Cingolina) 270 4 35 eventuale variante la salita al Roccolo con discesa a Torreglia
Galzignano Terme 25 4 39

Galzignano Terme

Galzignano, Este, Calaone, passo del Roverello e Cingolina

doveGalzignano Terme
parcheggioa fianco della chiesa nuova - alberato
difficoltàpoco impegnativo
mete principaliArquà Petrarca, Baone, Este, Calaone, Fontanafredda, Cingolina
caratteristicheanello circolare con due discrete salitelle e numerosi saliscendi
tempi3 ore di pedalata, soste escluse
lunghezza39 Km.
salita più dura'strada della Cingolina' versante Fontanafredda
pendenza max.13% il breve strappo finale della 'Cingolina'
fondo stradaletutto asfaltato
dislivello totale500 m.
quota massima270 m. - passo Roverello
quandotardo autunno, inverno e primavera
cartografiaVeneto - Touring Club Italiano 1:200.000